Parigi sotto attacco, cosa cercavano le persone su Google

Un'immagine della visualizzazione che mostra cosa cercavano gli utenti su Google durante gli attacchi a Parigi.
1' di lettura

Il motore di ricerca ha realizzato una visualizzazione interattiva in cui mostra quali ricerche hanno effettuato gli utenti di varie città del mondo durante gli attentati a Parigi dello scorso novembre. Tra le domande più frequenti:  “Che cosa è successo a Parigi?" e "Che cos'è l'Isis?”.

"Che cos'è successo a Parigi", “Perché Parigi?”, “Che cos'è l'Isis?”: sono queste le domande a cui tante persone hanno cercato risposta su Google a proposito degli attacchi nella capitale francese il 13 novembre scorso. A rivelarlo, attraverso una visualizzazione interattiva, è lo stesso motore di ricerca.

 

Sulla base dei dati raccolti su Google Trends, e riferite alle ricerche effettuate a cavallo tra il 13 e il 14 novembre, l'azienda ha infatti pensato di mostrare come gli utenti di varie città del globo - dalla stessa Parigi a San Paolo passando per Tokyo e Hong Kong - si sono rivolte alla Rete per cercare di capire meglio cosa stava succedendo durante gli attacchi terroristici che hanno portato alla morte di 130 persone.





Domande specifiche
– Come mostra la visualizzazione, anche “Che cos'è Pray for Paris?”, uno degli hashtag più utilizzati in relazione agli attacchi, è stato tra i quesiti più spesso digitate sul motore di ricerca la notte degli attentati. Se lo sono chiesto gli utenti di Berlino, Londra, Sidney, Toronto, San Francisco, Hong Kong, Delhi, Tokyo e San Paolo.

Oltre alle domande più gettonate a livello globale, molto interessanti sono anche le interrogazioni specifiche per ogni città. A Tokyo in tanti si chiedevano se “gli attacchi fossero ancora in corso”.

A Madrid erano in molti a voler sapere come si faceva “a mettere la bandiera francese su Facebook”. Mentre a San Paolo, in Brasile si ceracava di capire meglio “dove si trova il Bataclan”.

"Perché il  Bataclan" era invece una delle ricerche ricorrenti a Parigi. Diverse da quelle di tutte le altre città – e con obiettivi molto più pratici - le drammatiche domande dei parigini. Gli abitanti della capitale francese, tra le altre cose, cercavano sul motore di ricerca “che cosa è il lutto nazionale” e “che cosa è lo stato di emergenza”.

Leggi tutto