California, spari in centro per disabili. Almeno 14 morti e 14 feriti

1' di lettura

Assalto a San Bernardino in un palazzo che ospita un centro di servizi sociali. I killer sarebbero tre, vestiti con abiti paramilitari. Sono fuggiti a bordo di un suv nero. L'Fbi: "Non sappiamo se è stato un atto terroristico". Obama: "Il Congresso deve fare di più per limitare la diffusione delle armi"

Sparatoria a San Bernardino in California, a un centinaio di chilometri da Los Angeles, all'interno di un centro per servizi sociali.  Secondo quanto affermato dalle forze dell'ordine nel corso di una conferenza stampa le vittime sono almeno 14 mentre i feriti sono 14. I tre killer autori della strage sono fuggiti a bordo di un suv di colore nero. Un rappresentanto dell'Fbi ha spiegato che al momento non si può ancora dire se si tratti di un atto terroristico.

 


 


I killer in fuga - Il Los Angeles Times ha riportato che la sparatoria si è svolta alle 11 di mattina. Secondo alcuni testimoni gli assalitori indossavano abiti paramilitari. Dettaglio che però non è stato confermato dalla polizia. Secondo le forze dell'ordine gli assalitori erano pesantemente armati. L'edificio nel quale è avvenuta l'aggressione ospita è l'Inland Regional Center (Irc), un centro per disabili.  Il presidente americano, Barack Obama, è stato informato della sparatoria a San Bernardino. Lo riferisce la Casa Bianca.

Le tesimonianze:

 


 

Il centro dove è avvenuta la sparatoria - Secondo il portavoce della polizia nel centro era in corso un evento. L'Inland Regional Center è una struttura statale che impiega circa 670 persone. Fornisce servizi per disabili a 30.200 pazienti che abitano nella contea di San Bernardino e in quella di Riverside. Il centro prevede programmi specifici per fasce di età, da 0 a 3 anni, da 3 anni a 15 anni, da 16 anni a 22 anni, da 23 a 59 anni e per gli ultra sessantenni.

 


 

Obama: "Non può diventare la normalità" - "Sembra che oramai abbiamo accettato questo tipo di incidenti. Ma questa non può diventare la normalità": è lo sfogo sulla Cbs del presidente americano Barack Obama, di fronte all'ennesima sparatoria negli Usa, stavolta in California. "Dobbiamo prendere delle misure bipartisan per garantite la sicurezza agli americani e rendere le sparatorie di massa rare invece che normali". Il Congresso deve fare di più per prevenire la violenza delle armi da fuoco" aggiunge Obama
 

Leggi tutto