Colorado, spara in una clinica per aborti: 3 morti

1' di lettura

Un uomo di 59 anni ha fatto fuoco uccidendo tre persone, tra cui un agente, e ferendone 11. L'assalitore è rimasto barricato per ore all'interno della struttura. Dopo cinque ore è stato arrestato. Ira di Obama: "Basta armi facili, la misura è colma"

E' di tre vittime il bilancio del lungo assedio a Colorado Springs dove per cinque ore Robert Lewis Dear, 59 anni, è rimasto barricato in una clinica dove si praticano aborti, prima di venire catturato vivo dalla Polizia. Tra le vittime, un poliziotto.

 

L'annuncio della polizia sull'uccisione dell'agente

 

 

Nulla trapela sul movente che ha portato l'uomo a rimanere barricato per ore. Non è ancora chiaro nemmeno se nel corso dell'assedio il sospetto avesse tenuto persone in ostaggio. Quello che si sa è che è stato localizzato grazie a telecamere di sorveglianza.

 

L'assedio a una delle sedi di Planned Parenthood - Il luogo al centro dell'assedio è una delle sedi di “Planned Parenthood”, una organizzazione spesso bersaglio delle critiche di movimenti “pro vita”. L'organizzazione è anche regolarmente al centro di accesi scontri tra esponenti politici. Un tema che ricorre anche nei dibattiti tra i candidati nella corsa per la Casa Bianca in vista per le presidenziali 2016, con la democratica Hillary Clinton che ha sempre risposto difendendo a spada tratta Planned Parenthood e gli strumenti che fornisce.

 

Ira di Obama: "Basta armi facili, la misura è colma" - "Dobbiamo fare qualcosa contro una disponibilità troppo facile di armi da guerra sulle nostre strade, nelle mani di persone che non esitano ad usarle. Punto. La misura è colma": è lo sfogo che Barack Obama affida a poche righe rilasciate dalla casa Bianca dopo la tragedia di Colorado Spring.

Data ultima modifica 28 novembre 2015 ore 18:00

Leggi tutto