1' di lettura

Paura per attacchi terroristici anche in Germania. A poco più di un'ora dall’inizio della partita di calcio, a cui avrebbe dovuto assistere anche Merkel, è arrivato l'annuncio dell'annullamento per rischi "concreti". Qualcuno avrebbe avuto l'intenzione di innescare una bomba. Dopo i controlli non sarebbe stato trovato esplosivo. Allarme esteso a tutta la città

Dopo le stragi di Parigi, la paura di attacchi terroristici si diffonde in tutta Europa. A un'ora e mezza dal fischio d’inizio, l'amichevole di calcio Germania-Olanda, in programma ad Hannover, in Germania, è stata improvvisamente annullata. Rischi "concreti" di un attentato di matrice islamica con dell'esplosivo, ha spiegato più tardi la polizia. Stando alle informazioni degli inquirenti, qualcuno avrebbe avuto intenzione di innescare una bomba. Lo stadio, in cui stava arrivando anche la cancelliera tedesca Angela Merkel, è stato evacuato. L’allarme è stato poi esteso a tutta la città, con altri luoghi evacuati. Dopo i controlli non sarebbe stato trovato esplosivo e non sarebbero stati effettuati arresti.

Attesa allo stadio anche Merkel - Lo stadio, al momento della decisione, era già stato aperto da una quindicina di minuti ed è stato necessario evacuarlo. Un megafono ha invitato gli spettatori “a lasciare con calma" la struttura e l'area circostante e a "tornare a casa". Gli spalti sono stati 'invasi' dalle forze dell'ordine alla ricerca di un ordigno "pronto a esplodere". Per il match era attesa anche Angela Merkel: all’inizio si era diffusa la notizia, poi smentita, che la cancelliera fosse già sugli spalti al momento dell’evacuazione. In realtà Merkel non era ancora arrivata: al momento della decisione si trovava in volo col ministro dell'Interno Thomas de Maiziere proprio verso Hannover. Anche la nazionale tedesca - che già aveva vissuto lo shock dello Stade de France - non è mai arrivata allo stadio: l'hanno dirottata in un luogo "sicuro e segreto", ha fatto sapere la Federcalcio.

“Indicazioni di materiale esplosivo nello stadio” - "Abbiamo avuto indicazioni concrete sul fatto che qualcuno volesse innescare del materiale esplosivo nello stadio", ha detto il presidente della polizia alla Dpa, che citando fonti di sicurezza ha sottolineato che il rischio provenisse dalla scena islamica. Secondo l'agenzia, inoltre, l'avvertimento sarebbe arrivato da servizi segreti stranieri. Francesi, scrive qualcuno. I media tedeschi hanno anche evocato la presenza di una finta autoambulanza con a bordo dell'esplosivo nei pressi dello stadio: e Bild ha parlato di perquisizioni su un'auto di un medico e un mezzo di pronto soccorso. Notizie finora non confermate. Molte auto attorno al complesso sportivo sono state controllate dagli agenti. "Risposte concrete sulle ragioni della decisione di annullare la partita renderebbero insicura la popolazione", ha affermato qualche ora dopo il ministro dell'Interno de Maiziere in una conferenza stampa. È stato poi il ministro regionale ad annunciare, intorno alle 22, che al momento non sono stati compiuti arresti, né è stato trovato materiale esplosivo.

Allarme in tutta la città - L'allarme è stato esteso a tutta la città: le stazioni della metro nel centro e della ferrovia sono state chiuse, una sala da concerto è stata inizialmente fatta sgomberare - poi il concerto si è tenuto lo stesso - mentre sono state mandate via 900 persone che volevano assistere a un evento jazz. Un oggetto sospetto è stato anche fatto brillare dalle forze dell’ordine su un treno Intercity.

“Alto rischio” -
La decisione dell'annullamento del match è arrivata alla fine di una giornata molto impegnativa in Germania: in una retata ingentissima, ai confini con Olanda e Belgio, nel Nordreno-Westfalia, erano stati arrestati sette sospettati, poi rilasciati in serata. E de Maiziere aveva spiegato: "C'è ancora un terrorista in fuga e grande preoccupazione che possa essere nei paesi vicini alla Francia". "La situazione in Germania è ad alto rischio", aveva aggiunto.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Leggi tutto
Prossimo articolo