Strage Parigi, osservato un minuto di silenzio in tutta Europa

1' di lettura

A mezzogiorno in punto, e per 60 secondi, in Francia e in tutto il Vecchio Continente sono state sospese le attività in memoria delle 129 vittime. La capitale prova a tornare alla vita quotidiana e già oggi sono state riaperte le scuole, i musei, i teatri, i luoghi di cultura. AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE  

Sessanta secondi di silenzio. Un gesto simbolico per ricordare le 129 vittime degli attentati che hanno ferito Parigi e scosso la Francia, l’Europa, il mondo intero (FOTO e VIDEO). A mezzogiorno in punto nella capitale francese e in tutto il Paese sono state sospese le attività  in memoria di chi è stato ucciso dagli attentatori e per dire, come sottolinea la sindaco di Parigi, "noi non abbiamo paura".


 

Parigi, infatti, prova a tornare alla normalità e già oggi sono stati riaperti i musei, le scuole, i teatri, i luoghi di cultura. E non è stata solo la Francia a fermarsi. Anche il governo italiano ha partecipato all'iniziativa europea per il rispetto di un minuto di silenzio così come molte città italiane.


 

In omaggio alle vittime e in solidarietà con la Francia, anche a Bruxelles le istituzioni dell'Unione europea - Consiglio, Commissione e Parlamento europei - e la Nato hanno bloccato le attività per 60 secondi. In segno di rispetto le bandiere davanti alle istituzioni Ue e al quartier generale dell'Alleanza atlantica  saranno issate a mezz'asta.

 


Leggi tutto
Prossimo articolo