MotoGp, il Tas rigetta la sospensiva: Rossi partirà ultimo

1' di lettura

Il tribunale di Losanna ha respinto la richiesta del pilota Yamaha. Domenica prossima, a Valencia, correrà dunque dal fondo. I giudici: le condizioni per sospendere la penalità non erano soddisfatte. Rossi: "Già era difficile prima, ora di più". Lorenzo: "Rispetto la decisione, mi scuso per il gesto del podio"

Il tribunale con sede a Losanna ha comunicato di aver respinto la richiesta di sospensiva inoltrata da Valentino Rossi. Il pilota della Yamaha partirà quindi dall'ultimo posto in griglia nel Gp di Valencia in programma domenica prossima e nel quale si giocherà il titolo iridato con il compagno di squadra Jorge Lorenzo. Viene dunque confermata la decisione dei Commissari sportivi della Fim di imporre 3 punti di penalità a Valentino Rossi a seguito dell'incidente con Marc Marquez durante il Gp della Malesia di domenica scorsa.


Le motivazioni - Il Tas ricorda di "aver ascoltato i rappresentanti del sig. Rossi e, ieri, della Fim negli uffici di Losanna, al fine di esaminare esclusivamente la richiesta urgente di una sospensiva per stabilire se Valentino Rossi dovesse o meno partire dall'ultima posizione della griglia a Valencia. Il Tas ha rilevato che le condizioni per concedere la sospensiva non erano soddisfatte".
 

Rossi: "Già era difficile prima, ora di più..." - "Già era difficile prima, adesso lo sarà ancora di più. Ma adesso sono qui e dobbiamo cercare di impegnarci al massimo e mantenere concentrazione per arrivare competitivi e veloci il più possibile domenica", ha commentato Valentino Rossi in conferenza stampa a Valencia.

 

Lorenzo "Rispetto Tas, mi scuso per gesto podio" -"Dobbiamo rispettare la decisione - è stata la reazione di Jorge Lorenzo - Sono arrivato qui pensando soltanto al week end che è molto importante per me e non voglio parlare di nient'altro". Lo spagnolo si è scusato per il gesto sul podio a Sepang: "Un errore e voglio chiedere scusa. Non è stato un esempio di sportività".

Leggi tutto