Romania, dopo il rogo in discoteca si dimette il premier Ponta

Agenti schieranti davanti al luogo dell'incendio, vnerdì notte - Getty Images
1' di lettura

L'annuncio arriva qualche giorno dopo l'incendio nella discoteca di Bucarest costato la vita a 32 persone. Sotto accusa la mancata sicurezza nel locale. Ieri 20 mila persone erano scese in piazza per chiedere il passo indietro dell'esecutivo  

Il premier romeno Victor Ponta e il suo governo si sono dimessi dopo le proteste di massa seguite alla tragedia di venerdì sera nella discoteca di Bucarest dove in un incendio sono morte almeno 32 persone e altre 180 sono rimaste ferite

"Rimetto il mio mandato, mi dimetto, e di conseguenza si dimette l'intero mio governo", ha detto il premier Ponta stamane - come riferito dai media. "Ho l'obbligo di constatare la legittima rabbia esistente all'interno della società e di assumermi le mie responsabilità. Spero che le dimissioni mie e del governo servano a riportare tranquillità nella popolazione", ha affermato Ponta.

 

La manifestazione di ieri - Oltre 20 mila persone erano scese in piazza nella serata di martedì a Bucarest in una manifestazione spontanea per chiedere le dimissioni del premier, del ministro dell'interno Gabriel Oprea e delle autorità distrettuali del quartiere della capitale dove si era verificata la tragedia della discoteca. 'Vergogna', 'Assassini' - avevano scandito tra l'altro i manifestanti, accusando le autorità di non effettuare i controlli dovuti sugli standard di sicurezza nei locali pubblici. Accuse in questo senso ai responsabili della discoteca, e implicitamente ai dirigenti politici, erano venute dallo stesso presidente romeno, il conservatore Klaus Iohannis, esponente della minoranza tedesca del Paese balcanico.

 

Un arresto nei giorni scorsi - Nei giorni scorsi è stato effettuato un primo arresto per omicidio colposo tra i responsabili del locale, che non garantiva le necessarie misure di sicurezza.
Nell'incendio al locale notturno Colectiv - dove era in corso un concerto di musica metal con uno spettacolo pirotecnico - sono morte finora 32 persone. Altre 130 sono ricoverate con ustioni gravi e si teme che il bilancio delle vittime potrà ulteriormente aumentare.  

Leggi tutto