Vatileaks, il Papa: “Avanti con serenità e determinazione”

1' di lettura

Per la fuga di documenti riservati arrestati il monsignore spagnolo Vallejo Balda e la componente di una Commissione vaticana, l'italiana Francesca Chaouqui - poi rilasciata - che si dice estranea alle accuse: rischiano fino a 8 anni di carcere. Le parole del Pontefice riportate da mons. Becciu

Un nuovo scandalo scuote il Vaticano. Monsignor Vallejo Balda e l'ex collaboratrice laica Francesca Chaouqui rischiano fino a 8 anni di carcere. Sono stati arrestati dalla Gendarmeria per la fuga di notizie riservate e finite in due libri di imminente uscita. Chi ha potuto parlare con il Papa lo ha descritto "molto dispiaciuto". Subito, hanno aggiunto i suoi collaboratori, "lui ha sempre la capacità di reagire e guardare positivamente avanti". E una conferma diretta è arrivata su Twitter da mons. Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato vaticana.

 

 

Rilasciata Chaouqui. Su Facebook: “Non sono un corvo” - Con un post su Facebook, invece, Francesca Immacolata Chaouqui, rilasciata dopo l'arresto, ribadisce la sua innocenza, sottolineando che la verità "emergerà presto": "Non sono un corvo, non ho tradito il Papa. Non ho mai dato fogli a nessuno. Mai a nessuno".

 

#piùdituttoalmondoNon sono un corvo, non ho tradito il Papa. Non ho mai dato un foglio a nessuno. Mai a nessuno....

Posted by Francesca Immacolata Chaouqui on Monday, November 2, 2015

 

L'avvocato Bongiorno a Sky TG24: “Per la Chaouqui fermo di alcune ore, sta collaborando”

 

 

Quale movente?

 

 

Leggi tutto