Cina, basta politica del figlio unico: ogni coppia potrà avere 2 bimbi

Immagine d'archivio di un ospedale di Hong Kong (Ansa)
1' di lettura

Il Partito comunista cinese ammorbidisce i vincoli per le famiglie: si potranno mettere al mondo 2 bambini. Voci sull'abolizione della vecchia legge, in vigore dal 1979, erano circolate dopo che gli esperti avevano segnalato un rallentamento della crescita della popolazione più rapido del previsto

La Cina ha deciso di abolire la legge del figlio unico: ogni coppia potrà mettere al mondo due bambini. La nuova disposizione è stata deliberata dal comitato centrale del Partito comunista cinese, che ha concluso a Pechino la sua quinta riunione plenaria ("quinto plenum"). A darne notizia l’agenzia ufficiale Nuova Cina, che cita il comunicato conclusivo della riunione.

Legge in vigore dal 1979 - La legge del figlio unico era stata adottata nel 1979 come metodo di controllo demografico. Voci sull'abolizione circolavano già da un po’ di tempo, da quando gli esperti avevano segnalato un rallentamento della crescita della popolazione cinese più rapida del previsto. Allo stesso tempo, l'invecchiamento della società starebbe procedendo a un ritmo accelerato. Nel 2013, secondo una valutazione della Banca Mondiale, la popolazione della Cina era di 1,357 miliardi di persone.

Prima modifica nel 2013 - Un primo allentamento delle norme sulla famiglia c’era stato proprio a fine 2013, quando Pechino aveva stabilito che ad alcuni milioni di famiglie sarebbero stati permessi due figli.

Leggi tutto