Francia, scontro tra bus e camion vicino a Bordeaux: 43 morti

1' di lettura

Tragedia a Puisseguin. Lo scontro frontale tra i due veicoli è avvenuto in pieno traffico mattutino, alle 7:30. La maggior parte delle vittime erano anziani in gita. Muore anche il figlio di 3 anni del camionista. È il più grave incidente stradale nel Paese dal 1982

Tragedia in Francia. Una collisione tra un pullman e un camion a Puisseguin, nei pressi di Bordeaux, ha causato 43 morti. Lo scontro frontale tra i due veicoli è avvenuto in pieno traffico mattutino, alle 7:30. Alcune persone sarebbero riuscite a uscire dal bus in fiamme. La maggior parte delle vittime sono persone anziane, membri del club della terza età del villaggio di Petit-Palais-Cornemps (643 abitanti), che si  trova a pochi chilometri dal luogo dell'incidente. Erano da poco partiti per una gita a Razac-sur-l'Isle. Ma a restare vittima della collisione anche il figlio del conducente del tir, di appena 3 anni.

 

Le foto

 

Decisiva la reattività dell'autista -  Lo scontro è avvenuto sulla strada dipartimentale 123. "Il camion saliva, il pullman scendeva", ha raccontato il prefetto della Gironda, Pierre Dartout. Secondo le prime ricostruzioni, il tir, che trasportava legna, era di traverso sulla strada. Non è però ancora chiaro se si sia trattato di una manovra volontaria o di una perdita di controllo del guidatore. L'autista del bus, secondo quanto riferisce il medico che lo ha visitato, ha raccontato di non aver potuto evitare l'impatto. Allora, sfidando le fiamme, ha azionato l'apertura di emergenza delle porte e questo ha permesso ai sopravvissuti di uscire dal mezzo, che ha preso fuoco dopo l'incidente.

 

Il prefetto di Gironda: "In corso accertamenti"

 


 

L'incidente più grave dal 1982 - Si tratta del più grave incidente stradale avvenuto nel paese dalla tragedia di Beaune, nel 1982. Allora erano morte 53 persone, tra loro 44 bambini di età  compresa tra i 6 ed i 15 anni, tutti originari di Crépy-en-Valois, nell'Oise.

 

Dove è avvenuto l'incidente

 

Hollande: "Governo pienamente mobilitato" - Il premier, Manuel Valls, e il ministro dell'Interno, Bernard Cazeneuve, sono subito andati sul luogo della tragedia, dove una sessantina di agenti lavorano per estrarre le salme. Dalla Grecia, dove si trova in visita ufficiale, il presidente, Francois Hollande, si è detto "costernato" e ha assicurato che il governo è "pienamente mobilitato" per far fronte al dramma.

 


 

Leggi tutto