Migranti, l'Ungheria costruisce una "porta" blocca-ferrovia

1' di lettura

Prosegue l'afflusso dei migranti in Europa. Iniziata la realizzazione di una sorta di barriera per le migliaia di profughi che passano illegalmente il confine con la Serbia. L'Unione europea, intanto, non esclude lo scorporo dei fondi per l'accoglienza dal patto di stabilità. Sospeso console francese in Turchia che vendeva barconi

Continua l'emergenza migranti. La zona più critica è al confine tra Ungheria e Serbia. Le ferrovie ungheresi hanno cominciato i lavori per la costruzione di una 'porta' lungo i binari della linea tra Subotica (Serbia) e Szeged (Seghedino, Ungheria), una sorta di barriera per le migliaia di migranti e profughi che passano illegalmente il confine fra i due Paesi lungo la ferrovia per evitare il muro metallico alla frontiera. Nella sola giornata di venerdì sono passati oltre tremila migranti e profughi. La porta dovrebbe essere pronta entro lunedì.
Martedì 15 settembre è prevista inoltre l'entrata in vigore in Ungheria delle nuove norme in fatto di immigrazione, con l'arresto di chi entrerà illegalmente nel Paese e condanne fino a tre anni di carcere. Il premier Viktor Orban ha detto a più riprese che da martedì i clandestini verranno rimandati nel Paese di provenianza, vale a dire in Serbia.
Orban inoltre vuole che l'Ue dia almeno 3 miliardi di euro, o anche di più se serve, ai Paesi confinanti con la Siria, perché il problema profughi lo risolvano loro.  

 

Vienna contro Budapest: "Come nazisti". Ungheria convoca ambasciatore - L'Ungheria ha 'convocato' l'ambasciatore austriaco per protestare contro le critiche del cancelliere austriaco Werner Faymann che ha evocato le deportazioni naziste parlando della politica ungherese verso i migranti. Per il ministro degli Esteri Peter Szijjarto i commenti sono "totalmente indegni di qualsiasi leader politico europeo".

Ue apre a flessibilità economica per chi accoglie - L'Unione europea, intanto, apre allo scorporo dei fondi per l'accoglienza dal patto di stabilità. Fonti dell'esecutivo di Bruxelles sottolineano che la Commissione europea è "disponibile e pronta a effettuare l'analisi" sull'impatto economico della crisi sui conti pubblici nazionali e sul bilancio europeo. Una mossa che incoraggia anche gli Stati Uniti, ha detto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, "perché quello dei migranti è un problema del mondo", non solo europeo.

 

Console francese a Bodrum in Turchia vendeva barconi - E nelle stesse ore dalla Francia arriva la notizia che il governo, tra non pochi imbarazzi, è stato costretto a sospendere il proprio console onorario nella città portuale turca di Bodrum dopo che un servizio della Tv France 2 l'ha sorpresa a vendere barconi ai migranti diretti alle isole greche. Nelle immagini, riferisce la Bbc, si vede la signora Francoise Olcay vendere in un negozio di sua proprietà imbarcazioni e giubbotti salvagenti. Olcay si è difesa sostenendo che se non lo avesse fatto lei, altri avrebbero venduto l'occorrente per il viaggio ai disperati, ed ha anche chiamato in correo le autorità locali turche, che secondo lei, sono coinvolte nel traffico.

 

In Germania attesi 40 mila migranti nel week end - Circa 40mila migranti potrebbero arrivare in Germania tra oggi e domani, il doppio rispetto a quelli entrati nel Paese lo scorso fine settimana. Lo hanno riferito le autorità tedesche, secondo quanto riporta la Bbc. Circa 4mila militari sono stati dispiegati per un supporto logistico.

 

Leggi tutto