Thailandia, esplosione in centro a Bangkok: morti e feriti

1' di lettura

Una forte deflagrazione è avvenuta vicino al tempio di Erawan in uno dei principali incroci della città. Almeno 19 le vittime, 117 le persone ferite. Il ministro alla Difesa: "E' una bomba contro i turisti". Nessuna rivendicazione

Una bomba all'ora di punta, all'esterno di un popolare santuario, ha causato almeno 19 morti e 117 feriti nel cuore del quartiere commerciale di Bangkok: una strage che ha scioccato la capitale thailandese. L'ordigno - secondo la polizia contenente almeno tre chili di tritolo - è esploso alle 18:55 locali in un angolo dell'incrocio Ratchaprasong, uno dei principali nel centro. Una telecamera dal lato opposto ha ripreso il momento dell'impatto, tra l'ingresso dell'Erawan e un semaforo: la deflagrazione ha dato alle fiamme alcuni motorini e taxi di passaggio. Ma soprattutto, ha travolto le decine di visitatori del santuario Erawan, ogni giorno meta di migliaia di thailandesi e di turisti, in particolare cinesi. 

La testimonianza di un italiano
- Si teme che il bilancio peggiori ancora, data la gravità delle ferite. Tra le vittime anche molti stranieri, con due cinesi confermati tra i morti. "L'onda d'urto non mi ha centrato per poco. Ho visto gente piangere e persone sbudellate, scene davvero orrende", ha raccontato un italiano residente a Bangkok, da quasi sette anni, scampato per miracolo alla bomba.  "Le persone sono scappate nel panico, mentre altri cercavano di rianimare inutilmente una persona gravemente ferita, era come se gli fosse passato sopra un gigante. Per il timore di un'altra bomba, sono presto fuggito anch'io", ha aggiunto Marco. 

Nessuna rivendicazione
- L'attentato non è stato rivendicato, e considerati i precedenti in Thailandia è probabile che tale rimarrà. Diversi esponenti del governo militare hanno rilasciato dichiarazioni contrastanti, alternando accuse indirette al campo del dissenso e valutazioni prudenti. Ma il vicepremier e ministro della difesa Prawit Wongsuwan, ha parlato di attacco "voluto per distruggere l'economia e il turismo".
"Chiunque abbia piazzato questa bomba è crudele e intendeva uccidere", ha tagliato corto il capo nazionale della polizia Somyot Poompummuang. "Mettere una bomba in quel punto significa volere vedere un sacco di persone morte".

Guarda la fotogallery

Leggi tutto