Ungheria: muro anti-migranti al confine con la Serbia

1' di lettura

Il ministro degli Esteri annuncia la costruzione di una barriera alta 4 metri, per un tracciato di 175 chilometri. Lo scopo dichiarato è quello di bloccare il flusso crescente di arrivi. Cameron a Renzi: sì a risorse, ma niente profughi in Gran Bretagna

Nel giorno in cui arriva il duro monito di Papa Francesco sui migranti ("chi li respinge chieda perdono") l'Ungheria annuncia che costruirà una barriera alta quattro metri lungo i 175 chilometri di confine con la Serbia per fermare il flusso di clandestini. Intanto, il premier David Cameron non accenna ad aperture sulle ripartizioni di 40mila richiedenti asilo su scala europea: mettiamo a disposizione risorse e aiuti, ha detto al termine dell'incontro con Matteo Renzi, ma no ai profughi in Gran Bretagna.

Barriera alta 4 metri -  L'annuncio del ministro degli esteri ungherese Peter Szijjarto fa riferimento alla costruzione di una barriera alta 4 metri lungo la frontiera con la Serbia, per un tracciato di 175 chilometri. Lo scopo dichiarato è quello di bloccare il flusso crescente di migranti lungo la cosiddetta 'rotta dei Balcani' verso l'Europa occidentale. Nel 2014 in Ungheria sono arrivate oltre 50.000 persone secondo le stime del governo di Budapest.

A luglio la consultazione a Belgrado - Szijjarto ha informato che il primo luglio ci sarà una consultazione con Belgrado su questo progetto. Secondo il governo Orban, l'Ungheria non viola nessun regolamento o convenzione internazionale con questa misura. Budapest osserva del resto che ci sono esempi di iniziative analoghe sulla frontiera fra Grecia e Turchia o in Spagna nelle enclavi del Nordafrica. Il governo sottolinea infine di avere su questo progetto "il consenso della popolazione" magiara.

Leggi tutto