Tunisi, sparatoria in una base militare: sette morti

Agenti in azione a Tunisi in una foto d'archivio (Getty)
1' di lettura

Torna la paura nella capitale dopo la strage al Museo del Bardo. Un militare tunisino avrebbe fatto fuoco contro alcuni commilitoni, colpendone a morte 4, per poi essere ucciso. I feriti sono almeno 10, tutti militari. Il governo: "Non è un attentato"

Torna la paura a Tunisi, a due mesi dalla strage del Bardo. Una sparatoria si è verificata all'interno di una base militare, ma il governo sembra escludere un attacco terroristico. In base alle prime informazioni, un militare tunisino avrebbe aperto il fuoco contro i suoi commilitoni, colpendone a morte sei, prima di essere ucciso a sua volta. Circa 10 i feriti, tutti militari. La caserma Bouchuocha ospita la Brigata antiterrorismo e la direzione generale delle unità d'intervento.
"Non si tratta di un attacco terroristico", ha detto il portavoce del ministero dell'Interno tunisino Mohamed Ali Aroui citato da Radio Mosaique.

Le forze di sicurezza tunisine sono in stato di allerta da quando lo scorso marzo alcuni fondamentalisti islamici hanno attaccato il museo del Bardo uccidendo una ventina di turisti stranieri (foto - video - cronaca della strage).
La settimana scorsa la polizia italiana ha arrestato un 22enne marocchino accusato dalle autorità tunisine di aver preso parte all'attentato al museo nel centro di Tunisi. L'uomo si è dichiarato innocente.

Leggi tutto