Cuba-Usa, svolta storica: sì a traghetti e voli aerei

1' di lettura

Dopo il disgelo avviato da Barack Obama e Raul Castro, riapre la rotta turistica via mare tra la Florida e l'isola caraibica. E da luglio al via anche collegamenti tra gli aeroporti di New York e L'Avana

Stati Uniti e Cuba ancora più vicini, grazie al disgelo avviato da Barack Obama e Raul Castro (LA FOTOSTORIA). Un disgelo che ha portato ad un'altra storica svolta: riapre l'antica rotta turistica via mare tra la Florida e l'isola caraibica. Le autorità americane, infatti, hanno dato il via libera ad almeno due compagnie di navigazione per effettuare un servizio traghetti tra Miami e L'Avana. Non accadeva da più di 50 anni. E non solo.

Collegamenti aerei - A partire dal 3 luglio, infatti, la compagnia aerea JetBleu, che ha il suo quartier generale a New York, nel Queens, inaugurerà un collegamento andata e ritorno tra la Grande Mela e L'Avana. L'iniziativa è stata presentata alla presenza del governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, reduce da una missione a Cuba il mese scorso alla guida di un gruppo di imprenditori dell'area newyorkese. Missione nella quale sono state gettate le basi per avviare una collaborazione tra diverse imprese e le autorità cubane. E si cominciano a raccogliere i frutti. In particolare i voli partiranno dallo scalo newyorkese del Jfk ogni venerdì alle 3.30 del pomeriggio per atterrare all'Havana José Marti International Airport.


Traghetti da e per Cuba - Per quel che riguarda il collegamento via mare, invece, la corsa tra gli operatori dei traghetti per accaparrarsi il servizio è già partita da tempo. Almeno cinque società di navigazione hanno già presentato domanda alle autorità americane, e ora due di queste domande sono state approvate dal governo federale - con esattezza dallo Us Treasury Office Asstes Control, che si occupa dell'attuazione o dell'allentamento delle sanzioni versi Paesi stranieri. Presto, dunque, le due società autorizzate cominceranno a operare i collegamenti, permettendo a migliaia di famiglie cubane di riunirsi.
Infatti, per ora, il turismo tra Stati Uniti e Cuba resta  proibito. Ma gli operatori scommettono sul fatto che ben presto anche quest'ulteriore barriera cadrà, man mano che l'embargo verso L'Avana verrà allentato. La previsione è quella di almeno tre viaggi notturni a settimana tra il porto di Miani e quello de L'Avana. Ma si starebbe pensando anche di un collegamento con Tampa, nel nord della Florida, e con Key West, nell'estremo sud del Sunshine State.

Leggi tutto