Sisma Nepal: rintracciati gli ultimi italiani segnalati

1' di lettura

Individuati i connazionali che mancavano all'appello. Personale della Farnesina e della Protezione Civile partito per seguire le ricerche dei corpi di Marco Pojer e Renzo Benedetti. In Italia le salme di Oskar Piazza e Gigliola Mancinelli

L'unità di crisi della Farnesina è riuscita ad individuare gli ultimi italiani segnalati e non ancora rintracciati dopo il terremoto in Nepal del 25 aprile (LE FOTO - I VIDEO). Continuano nel frattempo le ricerche dei corpi di Marco Pojer e Renzo Benedetti. Personale dell'Unità di Crisi e della Protezione Civile è partito per seguire da vicino le attività. Mentre le salme di Oskar Piazza e Gigliola Mancinelli sono giunte in Italia nella serata di lunedì 4.

Il bilancio: oltre 7mila morti -
Intanto è arrivato a 7.557 morti e 14.536 feriti il bilancio del sisma. Il governo di Kathmandu ha reso noto che la distribuzione degli aiuti è in via di intensificazione e vi partecipano 131.500 tra militari e poliziotti, coadiuvati da un centinaio di team stranieri. "La situazione si sta normalizzando perché sono state raggiunte anche le aree più colpite", ha rassicurato un portavoce del ministero dell'Interno, Laxmi Prasad Dhakal.

Migliaia di scuole danneggiate -
Tra i settori colpiti c'è anche quello scolastico. Il Dipartimento per l'Istruzione ha riferito che il sisma ha distrutto 668 scuole e ne ha danneggiate 2.228 che dovranno superare i collaudi prima di poter riaprire le porte per la ripresa delle lezioni. Il sisma ha creato problemi per gli istituti scolastici di 36 distretti del Paese su un totale di 75.

Leggi tutto