Baltimora, il fotografo che racconta la protesta sui social

La <a href="https://instagram.com/bydvnlln/" target="_blank">pagina Instagram</a> di Devin Allen
1' di lettura

Devin Allen ha 26 anni e si firma Dvnlln: nei suoi scatti cattura la rivolta nella sua città. Le foto hanno raccolto migliaia di like e retweet. Oltre a siti di news, tantissimi utenti e star come Rihanna hanno condiviso i suoi lavori. STORIFY

Da giorni a Baltimora è in corso una rivolta: la comunità afroamericana, dopo la morte di un ragazzo di colore, protesta contro i metodi violenti della polizia. Freddie Gray, 25 anni, è deceduto il 19 aprile in ospedale, a causa delle ferite riportate durante l’arresto.
Dopo le manifestazioni pacifiche, nel giorno del suo funerale in città è esplosa la rabbia e gli scontri non si sono ancora fermati. A raccontare quello che sta succedendo a Baltimora ci sono molti giornalisti e fotografi. Ma tra le immagini che stanno facendo il giro del mondo, raccogliendo migliaia di like e retweet sui social, ci sono quelle di un ragazzo di 26 anni.

Si chiama Devin Allen, si firma “Dvnlln” ed è un fotografo "amatoriale" (nel senso che non viene pagato, per ora, per le sue immagini). La passione per la fotografia l'ha scoperta nel 2013 e, racconta il Time, spera che un giorno questo diventi il suo lavoro.
I suoi scatti delle proteste a Baltimora, la maggior parte in bianco e nero, sono stati postati su Twitter e Instagram. Importanti siti di news e personaggi famosi, come Rihanna, li hanno ripubblicati.
“Il mio obiettivo è mostrare la mia città: il buono, il brutto e il cattivo – ha detto Devin Allen a testate come Bbc e Time –. Alcune persone mi chiedono: perché stai mostrando le cose negative? Ma il mio obiettivo è far vedere ogni cosa, solo così le persone capiranno veramente cosa sta succedendo”. Il fotografo, che invita a far circolare anche le immagini della parte buona della protesta e non solo quelle delle violenze, è cresciuto a pochi minuti di distanza dalla zona in cui Freddie Gray è stato arrestato dalla polizia.
“Sono dalla parte dei manifestanti ma contro i rivoltosi – ha aggiunto Devin –. Dato che sono di colore, capisco la frustrazione. Ma, allo stesso tempo, io sono un fotografo. Non vi sto mentendo. Vi sto raccontando esattamente quello che succede. Questo era l’obiettivo”.

Guarda lo STORIFY con le foto di Devin Allen

Leggi tutto