Sisma Nepal, il premier: "Temiamo 10mila vittime"

1' di lettura

Secondo il governo il bilancio potrebbe aggravarsi. Oltre 5000 i morti accertati. Tra questi ci sono 4 italiani. La Farnesina: "Rintracciati 18 connazionali". Ma dieci sono ancora irreperibili. Soccorsi difficili. CRONACA DELLA GIORNATA

LA CRONACA DELLA GIORNATA

Le vittime del devastante terremoto che sabato ha colpito il Nepal potrebbero essere 10.000. Lo ha dichiarato il premier Sushil Koirala mentre in giornata la polizia ha diffuso un nuovo bilancio provvisiorio secondo il quale i morti accertati sono 4.485 e i feriti 8.235. In giornata il Times Of India ha però parlato di un nuovo bilancio di 5.057 morti. Per l'Onu sono 8 milioni le persone colpite del sisma e, di queste, 1,4 milioni sono a corto di cibo (TUTTE LE FOTO E I VIDEO). 

Appello alla comunità internazionale - Koirala ha lanciato un appello alla comunità internazionale affinché fornisca tende, medicine ed assistenza sanitaria per la cura e la riabilitazione delle vittime del sisma.

Gli italiani morti e quelli irreperibili - Sono 4 invece gli italiani morti per il sisma. I trentini Renzo Benedetti, Marc Pojer e Oskar Piazza e la marchigiana Gigliola Mancinelli sono stati uccisi da una valanga di neve e sassi che ha travolto la zona di Langtang. La Farnesina, intanto, ha comunicato sono ancora dieci gli italiani irrintracciabili.

LA CRONACA DELLA GIORNATA


Leggi tutto