Australia, blitz antiterrorismo: arrestati 5 ragazzi

1' di lettura

Operazione della polizia a Melbourne: i giovani stavano preparando un attentato ispirato allo Stato Islamico per il 25 aprile. Il piano prevedeva l’uccisione di agenti in strada a colpi di coltelli e mannaie

Cinque ragazzi, tra i 18 ed i 19 anni, sono stati arrestati in un blitz antiterrorismo nella periferia di Melbourne, in Australia. Due di loro sarebbero sospettati di preparare un attentato ispirato dallo Stato islamico per il 25 aprile. "Si presume - ha  spiegato Neil Gaughan, commissario della Polizia federale - che  stavano preparando un attacco terroristico" in occasione della  commemorazione dell'Anzac Day a Melbourne, prendendo di mira anche agenti di polizia.
Anzi, come ha spiegato Gaughan, i giovani terroristi avevano in mente di uccidere i poliziotti con coltelli e mannaie, decapitandoli pubblicamente.


Il 25 aprile segna il centenario dello sbarco del Corpo d'armata di  Australia e Nuova Zelanda (Anzac) a Gallipoli, in Turchia, durante la  Prima guerra mondiale. Per questo giorno in tutto il Paese si tengono  eventi commemorativi cui partecipano molti cittadini. Da parte sua,  Shane Patton, vice commissario della polizia di Victoria, ha precisato che il piano sarebbe stato ispirato dallo Stato islamico.

Alcuni dei sospettati, riporta l'emittente Abc, avrebbero frequentato lo stesso centro studi islamico e avrebbero legami con un adolescente  ucciso a settembre dalla polizia. Abdul Numan Haider, 18 anni, è stato ucciso dopo che avrebbe accoltellato due agenti fuori da una stazione di polizia a Melbourne. Doveva essere interrogato da investigatori specializzati in antiterrorismo.

Leggi tutto