Usa 2016, Hillary Clinton: "Corro per la Casa Bianca"

1' di lettura

L'ex Segretario di Stato ha annunciato la candidatura alle primarie democratiche. Cercherà di diventare la prima donna presidente degli Usa. "Ogni giorno gli americani hanno bisogno di un campione, ed io voglio essere quel campione" ha detto in un video

E' ufficiale, Hillary Clinton ha sciolto gli indugi. Dopo due anni di attesa, e alcune ore di ritardo, l'ex first lady ha annunciato: "Correrò per la Casa Bianca" (LA FOTOSTORIA). In un video di 90 secondi postato sui social network, la prima donna che tenta l'impresa di diventare presidente degli Stati Uniti, dichiara: "Ogni giorno gli americani hanno bisogno di un campione. Io voglio essere quel campione".

I’m running for president. Everyday Americans need a champion. And I want to be that champion. -Hhttp://hillaryclinton.com/join/

Posted by Hillary Clinton on Sunday, 12 April 2015


Hillary Clinton: correrò per la Casa Bianca - La discesa in campo di Hillary Clinton, prima candidata per il fronte democratico alle presidenziali del 2016, è stata svelata alle 15 ore locali (con tre ore di ritardo sulle attese) in una e-mail inviata dal suo consigliere John Podesta e rilanciata su Twitter ai sostenitori e finanziatori della campagna della Clinton. Dopo pochi minuti, è seguito il video pubblicato prima sul sito internet della Clinton e poi postato sui suoi social network . "Mi sto preparando a fare qualcosa. Correrò per diventare presidente", dice Hillary, giacca blu aperta e una blusa rossa, rivolgendosi alla platea multietnica dell'intero paese. "Quando le famiglie sono forti, l'America è forte. Quindi mi metto sulla strada per guadagnarmi il vostro voto perché è il vostro momento e spero che vi uniate a me in questo viaggio". Lo slogan della sua campagna sarà proprio incentrato sull'America e sugli americani, con la classe media e le famiglie in cima alle priorità, insieme ai temi delle opportunità, dei diritti delle donne e delle minoranze, suoi cavalli di battaglia da sempre.

E' la corsa della vita per Hillary - Ex first lady, senatore, segretario di Stato. A 67 anni è anche nonna, un 'passaggio' che - ha scritto - "invece di indurmi a rallentare, mi ha spronata ad accelerare". Lasciando intendere che proprio l'arrivo di Charlotte, la figlia di Chelsea Clinton nata nel settembre 2014, ha contribuito nella spinta per 'scrivere' questa nuova pagina: "Diventare nonna mi ha fatto riflettere a fondo sulle responsabilità che tutti condividiamo per il mondo che ereditiamo e che un giorno consegneremo".  "Sarebbe un presidente eccellente", ha detto Obama rispondendo a domande dei giornalisti, in margine al vertice di Panama. "E' stata una segretario di Stato straordinaria - ha continuato - è mia amica". VIDEO

I repubblicani vanno all'attacco - E contro l'asse Obama-Clinton si scaglia Jeb Bush, che non ha ancora ufficializzato la sua candidatura per la corsa alla Casa Bianca ma assume un tono già 'presidenziale' in un video diffuso via web proprio nel giorno di Hillary. Jeb Bush, il fratello minore di George W., guarda dritto nella telecamera e, come a parlare al Paese e quasi fosse già in campagna elettorale, esorta a voltare pagina rispetto ai sette anni di amministrazione democratica: "Possiamo fare meglio", assicura. "Dobbiamo fare meglio della politica estera di Obama-Clinton che ha danneggiato il rapporto con i nostri alleati e galvanizzato i nostri nemici", continua. "Meglio delle loro politiche che fanno crescere il nostro debito e impediscono la vera crescita economica e la prosperità. So che possiamo fare meglio e, insieme, lo faremo".

Leggi tutto