Isis, speciale Sky TG24: il viaggio dei jihadisti

1' di lettura

Cosa spinge persona a volte nate e cresciute in Occidente a lasciare tutto per unirsi al Califfato? Tre documentari di Vice News raccontano il percorso, la vita quotidiana e l'uso dei minori da parte degli estremisti islamici. I VIDEO

A poco più di due mesi dagli attacchi di Parigi gli estremisti islamici sono tornati, con la strage di Tunisi, ad attaccare una grande capitale. E per la prima volta dalla comparsa dell'Isis si contano anche vittime italiane. Sky TG24 presenta tre documentari realizzati da Vice News conoscere la realtà dello Stato Islamico, i motivi che spingono chi è cresciuto in Occidente a lasciare tutto per andare in Siria, la quotidianità estrema e violenta del Califatto e l'uso spietato che i jihadisti fanno dei minori.

Il percorso degli jihadisti - A combattere nelle fila dello stato islamico sono tanti i foreign fighters. Persone a volte nate e cresciute in Occidente che decidono di partire per la Siria o l'Iraq per arruolarsi nelle file dei jihadisti. Vice News (nel video qui sopra) racconta cosa spinge queste persone ad abbandonare il "nostro" mondo per andare ad abbracciare il jihadismo e la sharia.

L'uso dei bambini da parte dei jjhadisti
- Fin dalla guerra in Afghanistan i talebani usano in modo spietato i bambini e i minori per trasportare esplosivo e per realizzare attentati suicidi. Giovanissimi ragazzi, influenzabili e non abbastanza preparati vengono caricati di esplosivo e mandati incontro a morte sicura. L'inviato di Vice News incontra alcuni di questi ragazzi, sfuggiti agli jihadisti o fermati prima che potessero portare a termine il loro attacco.



La vita nel califfato
- In un altro servizio, già presentato da Sky TG24, Vice News ci porta quindi in viaggio a Raqqa, teoricamente in Siria, ma considerata la capitale del Califfato, per vedere la vita quotidiana in una zona retta dall'Isis: dai tribunali regolati dalla sharia, fino le manifestazioni di piazza, ma anche la normalità con la quale i jihadisti parlando di fatti che al pubblico occidentali sembrano al limite del comprensibile.



Leggi tutto