Rotterdam si prepara a Feyenoord-Roma, schierati 800 agenti

1' di lettura

A una settimana dalle devastazioni nel centro della Capitale, la polizia olandese promette 'tolleranza zero', mentre la magistratura ha presentato una rogatoria sugli incidenti in Italia. Arrivati 2.400 tifosi giallorossi. In Grecia sospeso il campionato

Rotterdam si prepara a ospitare la partita di Europa League Feyenoord-Roma. Un ritorno pieno di timori, a una settimana dalle devastazioni nel centro della Capitale da parte dei tifosi olandesi.

Rogatoria della magistratura olandese - In merito agli incidenti, la magistratura di Rotterdam vuole procedere per le violenze dei tifosi olandesi e per questo motivo ha depositato oggi 26 febbraio una prima richiesta di rogatoria per l'acquisizione degli atti relativi ai 35 arresti effettuati a Roma e delle indagini della Digos.

800 agenti schierati a Rotterdam - Quanto ai timori di disordini in patria, la polizia olandese promette 'tolleranza zero' e ribadisce di avere gli strumenti idonei per far fronte a qualsiasi emergenza. A vigilare affinché tutto fili liscio, da giorni, sono al lavoro gli agenti della polizia olandese. Almeno 800 quelli schierati solo a Rotterdam, in stretta collaborazione con alcuni funzionari della Digos, giunti in città. L'obiettivo comune è controllare i circa 2400 tifosi giallorossi arrivati in Olanda.
Alcuni di loro hanno raccontato di essere stati schedati dalla polizia olandese al loro arrivo. Da quanto trapela dagli inquirenti italiani, comunque, non dovrebbero esserci gruppi significativi di tifosi senza il biglietto dello stadio. Secondo le stesse fonti, malgrado il botta e risposta sui social network, il clima generale sul terreno è tranquillo. La stragrande maggioranza dei tifosi giallorossi avranno come unico obiettivo godersi la partita, mentre qualche rischio potrebbe venire da non più di duecento ultrà. Allestita anche un'area attrezzata, una fan zone, nella zona del porto vecchio, il celebre Oude Haven, destinata ad accogliere i tifosi giallorossi.

Campionato sospeso in Grecia
- Ma il problema delle violenze legate al tifo non riguarda solo l’Europa League. In Grecia il governo ha deciso la sospensione del campionato di calcio a tempo indeterminato, in seguito agli scontri che si sono registrati domenica nel derby di Atene tra Panathinaikos e Olympiakos Piraeus.

Leggi tutto