Isis, nuovo video su decapitazioni. Minacce all'Italia

1' di lettura

Le immagini mostrerebbero l'esecuzione dei copti rapiti a capodanno a Sirte, in Libia. Secondo "Site" ci sarebbe anche un riferimento al nostro Paese: "Prima ci avete visti su una collina della Siria. Oggi siamo a sud di Roma"

L'Isis avrebbe diffuso un video di quella che sembrerebbe essere la decapitazione dei 21 copti egiziani rapiti in Libia. E' quanto riferiscono l'emittente panaraba Al Jazeera e diversi altri media internazionali.
Le immagini rilanciate su Twitter mostrerebbero gli ostaggi in tuta arancione che vengono fatti chinare e poi uccisi.



Gli ostaggi rapiti a capodanno - I 21 lavoratori cristiani, provenienti dal governatorato di Minya, nell'Egitto centrale, erano stati rapiti a capodanno nella città di Sirte. Il governo egiziano non ha commentato la notizia.

"Minacce all'Italia" - Nel video, secondo quanto riferisce Rita Katz, direttrice del Site, vi sarebbero anche delle minacce all'Italia: "Prima ci avete visti su una collina della Siria. Oggi siamo a sud di Roma... in Libia". Un'indiscrezione che non è stata ancora confermata ma che è stata ripresa da alcuni media.
La notizia arriva nelle stesse ore in cui l'ambasciata italiana ha chiuso la propria sede a Tripoli, avviando il piano di rientro dei connazionali dal Paese africano.

Leggi tutto