Obama, smorfie e selfie per promuovere riforma della sanità

1' di lettura

Il presidente Usa invita a iscriversi al piano assicurativo entro la scadenza con un video di 2 minuti diventato già virale e in cui mette in scena gesti comuni e buffi, come mimare una partita di basket o far le prove di un discorso davanti allo specchio

Promuovere un argomento serio come l'assistenza sanitaria con un video divertente. L'idea è semplice, ma se a metterla in pratica è il presidente degli Stati Uniti il risultato può diventare virale. A Obama sono bastati due minuti su BuzzFeed per ottenere centinaia di migliaia di condivisioni e "mi piace" su Facebook già a poche ore dalla pubblicazione.

GUARDA IL VIDEO



Lo stile del video - Obama mette in scena alcune "cose che tutti fanno ma di cui non parlano". Infatti in parallelo con un ragazzo che compie le stesse azioni, il presidente alterna gesti comuni, dallo specchiarsi al provare i suoi discorsi ad alta voce, ad altri divertenti come fare le linguacce, scattare un selfie nello studio ovale con l'asta-prolunga o mimare una partita di basket. In alcune scene del video, poi, Obama appare quasi goffo: come quando prova a inzuppare i biscotti nel latte ma non ci riesce perché il bicchiere è troppo stretto o fa un disegno della First Lady Michelle stile bimbo delle elementari. Né mancano i riferimenti, riletti in chiave umoristica, alla cultura americana, come il gesto con cui lo zio Sam invitava i giovani americani ad arruolarsi per combattere le guerre mondiali.



L'obiettivo di Obama
- Ad aprile scorso la copertura assicurativa per cui Obama si è speso molto durante i suoi due mandati ha raggiunto oltre 70 milioni di cittadini. Come recita il sito del governo dedicato, il prossimo 15 febbraio è l'ultima occasione per iscriversi al piano assicurativo per il 2015. Di qui l'idea di un video che possa convincere soprattutto i più giovani a farlo, grazie al mezzo usato e a uno stile di gran lunga più leggero di quello usato davanti al Congresso per far passare la sua riforma. Già a marzo dell'anno scorso Obama aveva puntato sull'umorismo per sensibilizzare la popolazione alla riforma sanitaria, partecipando alla webserie del canale online Funny or Die con un'intervista.

Leggi tutto