Francia, 3 militari accoltellati davanti a un centro ebraico

1' di lettura

Momenti drammatici a Nizza. Fermato l'aggressore: si chiamerebbe Coulibaly, come il killer di Parigi. In manette anche un complice. Le vittime non sono in gravi condizioni

Tre militari francesi, di guardia davanti a un palazzo di Nizza che ospita diverse istituzioni ebraiche, sono stati aggrediti a coltellate. Lo si apprende dalla polizia. I tre, di rinforzo nel dispositivo antiterrorismo Vigipirate, non sono gravi. L'aggressore è stato fermato. Si chiamerebbe Coulibaly, come il killer di Parigi. In manette sarebbe finito anche un complice.

Il centro ebraico -
I tre militari erano di guardia davanti a un palazzo in pieno centro città che ospita il Concistoro ebraico di Nizza, Radio Shalom e un'associazione israelitica. Uno dei militari è stato ferito al braccio, uno al viso, il terzo più leggermente al mento. Sul suo account Twitter, il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, si è rallegrato con i militari, il personale di un tram e i passanti "per il loro coraggio" che ha "consentito l'arresto dell'aggressore".


La dinamica –
L'arresto dell'aggressore è avvenuto pochi minuti dopo l'aggressione. In precedenza, riferisce Nice Matin, l'uomo sarebbe stato trovato senza biglietto a bordo di un tram e sarebbe stato multato. Avrebbe pagato la multa senza dare in escandescenza ma subito dopo essere uscito dal tram si sarebbe scagliato contro i soldati.

Leggi tutto