Raul Castro a Obama: "Usi suoi poteri per togliere embargo"

1' di lettura

Il capo di Stato cubano dopo la svolta storica nei rapporti con gli Stati Uniti: "Ci aspetta una lunga e difficile lotta". Poi ringrazia il presidente Usa ma assicura: "Cuba resterà comunista"

"Ci aspetta una lunga e difficile lotta". E' quanto dice il presidente cubano, Raul Castro, al Parlamento dell'Avana dopo la storica decisione di "normalizzare" i rapporti con gli Usa (la fotostoria). Nel ringraziare Obama "per l'apertura", Castro ha tuttavia sollecitato il presidente americano a usare un ordine esecutivo per togliere l'embargo commerciale a Cuba.
Castro ha inoltre ribadito la richiesta di togliere definitivamente Cuba dalla lista nera Usa dei Paesi additati come sponsor del terrorismo. "Non abbiamo mai sostenuto attività terroristiche negli Usa e abbiamo sempre condiviso le nostre informazioni con il governo americano"-

"Grazie Obama ma Cuba resterà comunista" - Castro in particolare ha ringraziato al presidente americano per "un nuovo capitolo" nei rapporti tra i due Paesi ma ha ribadito che L'Avana resterà comunista. Cuba, ha detto in Parlamento, non abbandonerà i suoi principi socialisti: "Come non abbiamo mai chiesto agli Usa di cambiare il suo sistema politico, chiediamo rispetto per il nostro", ha sottolineato.

Leggi tutto