Sierra Leone, italiano positivo a Ebola. Governo: sta bene

1' di lettura

Contagiato un medico di Emergency che lavora nel Centro per malati di Lakka. Nelle prossime ore raggiungerà l'Italia dove verrà ricoverato all'Istituto Spallanzani di Roma. Cecilia Strada a Sky TG24: “Era nel Paese dal 18 ottobre”

Primo caso di Ebola per un cittadino italiano (LO SPECIALE - LE FOTO - I VIDEO). Si tratta di un medico di Emergency che lavora nel Centro per malati di Ebola di Lakka e che è risultato positivo al virus in Sierra Leone.
Prelevato in Sierra Leone da un aereo KC 767 dell'Aeronautica, con a bordo personale specializzato, già decollato da Pratica di mare, farà rientro in nottata nella stessa base. Qui, ad attenderlo, un'ambulanza dell'ospedale Spallanzani di Roma dove verrà ricoverato.

Emergency: "100 casi al giorno in Sierra Leone" - A dare la notizia è l'associazione sul proprio sito internet. Emergency ricorda le cifre del dramma in Sierra Leone, dove si registrano 100 nuovi casi al giorno (L'INFOGRAFICA).


Lorenzin: "Il medico sta bene" - “Mi sento di rassicurare la famiglia che il nostro medico sta bene – ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin –, non ha avuto febbre o altri sintomi durante la notte, stamattina ha fatto colazione e continua a bere in maniera autonoma”.



Cecilia Strada a Sky TG24: “Il medico era in Sierra Leone dal 18 ottobre” – Ai microfoni di Sky TG24 il presidente dell'associazione, Cecilia Strada, ha fatto sapere che il medico è in buone condizioni e che si trovava nel Paese africano dal 18 ottobre (VIDEO).

Leggi tutto