Obama: “Non usare Ferguson come scusa per la violenza”

1' di lettura

A poche ore dalla decisione del Gran Giurì sull'incriminazione, il presidente Usa in un’intervista torna sull’uccisione del 18enne nero da parte della polizia. Intanto a New York un altro ragazzo disarmato è stato colpito a morte da un agente

"Usare un evento come scusa per la violenza è contrario al principio di legalità e a quello che siamo". A dirlo è il presidente Usa, Barack Obama, parlando di quanto accaduto a Ferguson, nel corso di un'intervista esclusiva alla rete Abc. Il Gran giurì dovrebbe decidere se rinviare a giudizio il poliziotto che uccise il 18enne nero Michael Brown e nella scorsa notte sono scoppiati disordini tra la polizia e i manifestanti, mentre la tensione rimane alta. Obama ha quindi invitato i cittadini a "protestare in modo pacifico".



Un ragazzo nero disarmato ucciso dalla polizia a New York -
Le parole di Obama arrivano poco dopo la diffusione della notizia della morte di un ragazzo nero di 28 anni disarmato, ucciso da un agente di polizia in una scala in un edificio a Brooklyn, a New York.“Non ne sappiamo ancora abbastanza ma sembrerebbe essersi trattato di un incidente", aveva detto il sindaco di New York, Bill De Blasio nel corso di una conferenza stampa. "Si tratta di una tragedia". Secondo il commissario William J. Bratton "non stava compiendo alcuna attività se non quella di scendere le scale".

Leggi tutto