Nasa, dopo le foto arrivano i suoni dallo spazio profondo

1' di lettura

Che rumori producono Giove, Saturno e la Terra? Da oggi è più facile scoprirlo grazie all’archivio sonoro messo a disposizione su SoundCloud dall’ente spaziale Usa. Dai rumori delle comete alle più celebri comunicazioni tra astronauti e terra. Gli AUDIO

Ci sono le frasi rimaste nella storia, come l’ormai celebre “È un piccolo passo per un uomo, ma un balzo gigantesco per l’umanità”, pronunciata in occasione dello sbarco sulla Luna di Neil Armstrong. Ma anche la cosiddetta “Earthsong”, ovvero il rumore prodotto dalla Terra. Non mancano i suoni generati dai fenomeni spaziali più affascinanti, come le tempeste di Giove o i pennacchi di vapore d’acqua ghiacciato che fuoriescono da Enceladus, uno dei tanti satelliti di Saturno.
Insomma, se ormai non mancano le immagini provenienti dallo spazio profondo (condivise anche su Instagram), lo stesso non può dirsi per i suoni raccolti durante le tante missioni.

Anche per questo motivo, l’agenzia spaziale statunitense Nasa ha deciso di aprire un profilo ufficiale su Soundcloud, dove sono state già condivise più di 60 tracce che spaziano dalle testimonianze storiche alle registrazioni dal forte valore scientifico.

La prima missione sulla Luna - Tra i file che fino ad ora hanno attirato maggior interesse ci sono quelli relativi allo sbarco sulla Luna del 1969. Tra cui l’audio originale a proposito del “grande passo” compiuto dall’umanità.



Non manca poi JFK che, di fronte al Congresso, chiede di finanziare la missione dell’Apollo 11 per portare il primo uomo sulla Luna “e farlo tornare vivo sulla Terra”. O, ancora, i file con la gioia per il lancio.



“The Eagle has landed”: le prime parole pronunciate da Neil Armstrong una volta arrivato sulla Luna.



“Houston, abbiamo avuto un problema” - Questo, invece, è l’audio originale in cui l’astronauta dell’Apollo 13 Jack Swigert pronuncia “Houston, we’ve had a problem”.  Un’espressione ormai diventata di uso comune per indicare l’arrivo di una complicazione inattesa.



Suoni dallo spazio profondo
- Ma l’archivio Soudcloud della Nasa è affascinante anche per i tanti suoni dallo spazio profondo che è possibile ascoltare, come quelli del sistema solare disponibili qui sotto.



Earthsong”, la nota canzone della Terra, è stata registrata nel 2012 dai satelliti della Nasa. Questi suoni sono dovuti a un fenomeno elettromagnetico prodotto dalle onde radio emesse dalla Terra.



Altrettanto affascinanti sono poi i rumori delle tempeste di Giove registrati dalle sonde della missione The Voyager.



Ecco, invece, i rumori registrati da Cassini quando è passata davanti ai pennacchi di vapore d’acqua ghiacciato che fuoriescono da Enceladus, uno dei tanti satelliti di Saturno.



Leggi tutto