Isis, decapitato ostaggio francese rapito in Algeria

1' di lettura

Hervè Gourdel, 55 anni, era stato sequestrato da un gruppo di fondamentalisti che si dice affiliato allo Stato islamico. Hollande conferma la morte e avverte: "Continueremo i raid". Media internazionali: "Ucciso anche un altro uomo da al Qaida nel Mali"

L'ostaggio francese rapito in Algeria, Hervè Gourdel, è stato decapitato. A renderlo noto un video la cui autenticità, secondo il sito di Le Monde, è stata confermata dal presidente francese Francois Hollande.
L'uomo, un escursionista di 55 anni originario di Nizza e appassionato di viaggi, era stato rapito domenica vicino a Tizi Ouzou, 110 chilometri ad est di Algeri, da un gruppo jihadista algerino che si dice legato allo Stato Islamico. In un video i terroristi avevano chiesto la fine dei raid francesi contro le posizioni dello Stato islamico in Iraq minacciando, in caso contrario, di uccidere entro 24 ore l'ostaggio.

Hollande: "Continueremo i raid" - Ieri 23 settembre, da New York, il presidente Francois Hollande aveva detto a chiare lettere che nonostante la gravità della situazione non si sarebbe piegato al 'ricatto' dei terroristi. E oggi conferma: "Continueremo i raid".
Il presidente poi aggiunge: "Il regime siriano è complice di quanto sta accadendo. Finché non ci sarà una soluzione politica i nostri sforzi saranno limitati".

"Individuato tramite la sua pagina Facebook" - Nel video messo in rete dai jihadisti oggi 24 settembre Gourdel, prima di essere decapitato, si rivolge proprio al presidente francese, accusandolo di avere seguito la linea di Barack Obama. Gourdel si rivolge poi ai familiari, citandoli ciascuno per nome, ma a quel punto l'audio è interrotto.
Secondo lo specialista del mondo arabo Naoufel Brahimi l'ostaggio "sarebbe stato "individuato" dai sequestratori "tramite la sua pagina Facebook", in cui indicava i suoi spostamenti.

Al Qaida decapita ostaggio tuareg - E nella serata di mercoledì - mentre il Consiglio di Sicurezza Onu, presieduto da Obama, ha approvato all'unanimità una risoluzione che chiede agli Stati di "prevenire e reprimere" il reclutamento e il flusso dei terroristi - un altro ostaggio, tuareg, rapito nei giorni scorsi nel nord del Mali da presunti miliziani dell'Aqim, il ramo nordafricano di al Qaida, è stato decapitato. Lo riferiscono i media internazionali. L'uomo e' stato ucciso perche' accusato di essere una "spia dei francesi".

Leggi tutto