Ebola, Onu: "Minaccia per la pace e la sicurezza nel mondo"

1' di lettura

Il consiglio di sicurezza chiede di fornire assistenza urgente, ospedali da campo e personale. L'ambasciatrice Usa: "Senza un decisivo intervento, contaggiati raddoppieranno ogni due settimane". Uccise otto persone in un campo di prevenzione in Guinea

Ebola è una minaccia alla pace e alla sicurezza del mondo. A stabilirlo una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu, che si è espresso all'unanimità in questa direzione.

Abolire reestrizioni per aree colpite - Nel documento si afferma che "la diffusione di Ebola costituisce una minaccia per la pace e la sicurezza internazionale", e si chiede agli Stati membri di "fornire assistenza urgente, compresi ospedali da campo e personale". I Quindici invitano inoltre gli Stati membri ad abolire le restrizioni sui viaggi e alle frontiere imposte a causa di Ebola, che contribuiscono ad un ulteriore isolamento dei Paesi colpiti". Anche le compagnie aeree e navali vengono invitate a mantenere i collegamenti con tali Paesi.

Ambasciatrice Usa: "Contaggiati possono raddoppiare ogni due settimane" - Nel corso della riunione del Consiglio di Sicurezza l'ambasciatrice americana al Palazzo di Vetro Samantha Power ha affermato che "senza un decisivo aumento della nostra risposta alla diffusione di Ebola, il numero di individui infetti dovrebbe raddoppiare ogni due settimane". Power ha anche sottolineato che la risoluzione adottata oggi ha 130 co-sponsor, il maggior numero nella storia delle Nazioni Unite. "Questa sfida supera di gran lunga le capacità di ogni Nazione singola, ci deve essere una operazione unitaria", ha aggiunto.

Otto corpi ritrovati in un campo in Guinea - Nel frattempo otto corpi, di cui tre di giornalisti, sono stati ritrovati nel sudest della Guinea dopo un attacco a un team che si occupava di spiegare i rischi del virus dell'Ebola alla popolazione locale. "Gli otto corpi sono stati ritrovati nella latrina del villaggio. Tre di essi avevano la gola tagliata ha spiegato il portavoce del governo Damantang Albert Camara.

Leggi tutto