Kiev accusa: "Tregua violata, assaltato aeroporto a Donetsk"

1' di lettura

Le forze armate denunciano che alcuni miliziani filorussi avrebbero attaccato lo scalo della città con diversi carri armati. Il premier ucraino: "Putin vuole destabilizzare la regione e prendersi l'intera Ucraina"

Le forze armate ucraine accusano i miliziani separatisti di aver violato la tregua in atto dal 5 settembre assaltando nelle ore scorse l'aeroporto di Donetsk, nella zona sud-orientale del Paese (lo speciale).
"Numerosi ribelli sostenuti da sei carri armati - fanno sapere le forze armate di Kiev -hanno lanciato un attacco all'aeroporto di Donetsk, che è stato eroicamente respinto dai soldati".
Di questo presunto attacco parla anche l'esperto militare pro-Kiev Dmitri Timchuk, citato dall'agenzia ufficiale ucraina Ukrinform. Non ci sono però al momento conferme da fonti indipendenti.

Kiev accusa Mosca: "Vuole prendere l'intera Ucraina" - Intanto il premier Arseni Iatseniuk è tornato ad attaccare Vladimir Putin, sostenendo che il suo obiettivo è quello di "prendere l'intera Ucraina".
Secondo il capo del governo di Kiev, nonostante la tregua in atto dal 5 settembre tra le truppe ucraine e i miliziani filorussi, il Cremlino ha interesse a continuare a destabilizzare la situazione in Ucraina orientale.

Leggi tutto