Marò, Latorre è in Italia: rientrato dall'India per curarsi

1' di lettura

L'aereo con a bordo il fuciliere di Marina è atterrato a Grottaglie. Ad accoglierlo anche il ministro della Difesa Pinotti. Il militare, accusato di omicidio a New Delhi con il collega Girone, starà a casa per 4 mesi per la convalescenza dopo l'ischemia

Massimiliano Latorre è in Italia. L’aereo proveniente da New Delhi con a bordo il marò è atterrato intorno alle 16.30 alla Stazione elicotteri della Marina Militare a Grottaglie, Taranto. Ad attendere il fuciliere c’erano alcuni suoi parenti, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e il capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi.

In Italia per 4 mesi - Latorre, dopo l’ok della Corte suprema indiana, starà in Italia 4 mesi per affrontare la convalescenza dopo l’ischemia che l’ha colpito lo scorso 31 agosto. Poi dovrà tornare nel Paese asiatico. Lì, insieme al collega Salvatore Girone, è trattenuto dal febbraio del 2012 con l’accusa di aver ucciso due pescatori scambiandoli per pirati (LE FOTO SUL CASO). Il processo per omicidio non è ancora iniziato. Per Latorre è il terzo ritorno in Italia: nel dicembre 2012 i due militari erano rientrati per Natale e nel febbraio 2013 per votare. “Non possiamo gioire del successo finale finché non saranno tornati tutti e due non per un'ischemia ma in maniera definitiva”, ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano.

La figlia: “Felicissima che sia qui” - Latorre ha lasciato l’aeroporto di Grottaglie scortato da un piccolo convoglio di auto e furgoni delle forze dell'ordine e della Marina. Non si sa ancora dove trascorrerà il suo periodo in Italia, se a casa della madre o in quella in cui risiede con la compagna. Per ora ha raggiunto l'abitazione della sorella, a Taranto. Di sicuro, nei 4 mesi in patria rimarrà sotto stretta osservazione di una equipe medica. “Sono felicissima che sia in Italia, spero che si riprenda e che stia meglio. Finalmente staremo con papà tutti insieme”, ha detto la figlia di Latorre, Giulia. "Siamo sollevati per il rientro a casa di Massimiliano e speranzosi che il percorso terapeutico che ha intrapreso possa condurlo a un pieno recupero”, ha detto invece Paola Moschetti, compagna di Latorre, chiedendo anche “assoluta privacy e discrezione”.

Leggi tutto