Marò, Corte suprema indiana: ok rientro Latorre per 4 mesi

1' di lettura

Il fuciliere di Marina, trattenuto in India da due anni con l'accusa di aver ucciso due pescatori, potrà tornare per un periodo di convalescenza. Era stato colpito da un'ischemia lo scorso 31 agosto. Pinotti: "Bene, ma ora trovare soluzione"

La Corte suprema indiana ha accolto l'istanza del team di difesa di Massimiliano Latorre per un rientro in Italia di quattro mesi per un periodo di convalescenza dopo l'ischemia che ha colpito il fuciliere di marina il 31 agosto scorso.

Chiesta una garanzia scritta - I giudici hanno accettato una garanzia scritta di rientro a nome del governo italiano, fornita dall'ambasciatore a Delhi Daniele Mancini, chiedendo però anche una nuova garanzia scritta "non ambigua e non equivoca" a Latorre. Garanzia che - si è appreso - sarà presentata oggi stesso.

Forse il rientro già sabato - "Abbiamo ottenuto quanto volevamo". Lo ha detto all'agenzia Ansa Soli Sarabjee, l'avvocato di Massimiliano Latorre, che ha illustrato in Corte Suprema l'istanza di rientro a fini terapeutici in Italia del fuciliere. Il team legale del marò si è augurato che l'italiano possa partire già sabato. "Tra stasera e domani dovremo essere in grado di completare le pratiche burocratiche necessarie per il rimpatrio", ha aggiunto uno dei legali del team.

Renzi: "Collaborazione con la giustizia indiana" - Sulla questione è intervenuto, con un tweet, anche il premier Matteo Renzi che ha garantito la collaborazione con la giustizia indiana.



Roberta Pinotti: "Confortante, ma bisogna trovare una soluzione" - "Questo risultato è confortante - rileva il ministro della difesa Roberta Pinotti - ma non ci distoglie certo dalla volontà di trovare una soluzione rapida della vertenza con l'India, attraverso le iniziative che abbiamo da tempo intrapreso e che perseguiamo con determinazione". Il Governo "lavora con estrema determinazione a una rapida e definitiva soluzione di questa disputa. Rivolgo un augurio di pronta guarigione a Massimiliano e rinnovo a Salvatore Girone e alla sua famiglia i miei sentimenti di vicinanza e apprezzamento anche per l'assistenza eccezionale che gli hanno prestato in questi giorni". Il ministro della Difesa ha inoltre spiegato che Latorre "rientrerà in Italia quanto prima; il tempo di espletare le ultime formalità amministrative per la sua partenza".

Leggi tutto