Oms: "Vietare le sigarette elettroniche ai minori"

1' di lettura

L'Organizzazione mondiale della Sanità: "Le 'e-cigarette' dovrebbero essere bandite anche nei luoghi pubblici. Occorre una regolamentazione". Tra gli effetti negativi, dipendenza da nicotina ed effetti irritanti per occhi, naso e gola

I governi dovrebbero bandire le sigarette elettroniche, le cosiddette 'e-cigarette', ai minori. Il monito arriva dall'Organizzazione mondiale della Sanità, l'Oms, secondo cui le bionde elettroniche rappresenterebbero "una seria minaccia" per i giovani e per le donne incinte.
L'Oms ha anche ribadito la necessità che le e-cigarette non vengano utilizzate nei luoghi pubblici, almeno fino a quando non sarà dimostrato che le loro esalazioni non sono nocive.

"Occorre una regolamentazione" - In un rapporto pubblicato oggi l'Oms spiega che anche l'ipotesi che la sigaretta elettronica possa aiutare ad abolire la dipendenza dal tabacco è "limitata" dal momento che in molti casi si osserva solo una diminuzione del numero di sigarette fumate.
L'Oms sollecita anche una regolamentazione in materia e ricorda che tra gli effetti negativi delle e-cigarette ci sono la dipendenza da nicotina, effetti irritanti per occhi, naso e gola, rischi per gli stati di gravidanza per via dell'adozione di sostanze tossiche.
L'Organizzazione ricorda anche i dati del 'boom' della e-cigarette: 466 marchi nel 2014 in tutto il mondo per una cifra spesa globalmente (dato del 2013) di 3 miliardi di dollari. Con un potenziale aumento delle vendite del 17% da qui al 2030.

Leggi tutto