Gaza, in vigore nuova tregua. Negoziati tra Israele e Hamas

1' di lettura

Nella notte si sono fermati raid e lanci di razzi dalla Striscia. Il premier israeliano ha convocato il gabinetto di sicurezza per discutere le modalità dell’accordo. Trasferita nello Stato ebraico la salma di Camilli, il reporter italiano morto ieri

Mentre la salma di Simone Camilli, il giornalista italiano morto per un'esplosione a Gaza, è stata trasferita in Israele, sembra funzionare, almeno per il momento, la nuova tregua scattata nella notte nella Striscia. Prima dell'entrata in vigore, Israele ha effettuato poco dopo la mezzanotte - alla scadenza della tregua di 72 ore annunciata quattro giorni fa -  alcuni raid aerei in risposta al lancio di razzi da Gaza. Poi, dalle 3 del mattino ora locale (le 2 in Italia), i raid si sono fermati e così il lancio di razzi, come confermato da una portavoce militare israeliana, citata dall'agenzia di stampa Dpa.

Trattative in corso, morta bimba egiziana - Hamas, tramite il portavoce Sami Abu Zuhri, "ha negato di aver lanciato ieri sera razzi" contro lo Stato ebraico. Secondo la portavoce dell'esercito israeliano, tre razzi sono caduti in zone aperte, mentre un quarto è stato intercettato e abbattuto sopra Netivot. Un razzo, poi, sarebbe caduto sulla parte egiziana di Rafah, al sud della Striscia di Gaza, e avrebbe colpito una casa uccidendo una bimba.
Gli ultimi raid israeliani, ha detto il portavoce del ministero della Salute di Gaza Ashraf al-Qedra, non avrebbero fatto vittime. Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha convocato il Gabinetto di sicurezza con cui intende discutere le modalità della tregua. Lo riferisce Haaretz.


Oltre 2mila morti - Intanto il bilancio delle operazioni israeliane nella Striscia di Gaza, avviate l'8 luglio scorso, è salito a 1.951 morti e 10mila feriti, come reso noto dal portavoce del ministero della Salute di Gaza. Da parte israeliana, sono morti 64 soldati e tre civili. La  nuova tregua scadrà lunedì notte.

Leggi tutto