Iraq, Obama: "Avanti con i raid, vogliamo evitare genocidio"

1' di lettura

Il presidente però precisa: "Non permetterò che gli Stati Uniti siano trascinati in un'altra guerra". Il ministro degli Esteri Mogherini a Sky TG24: "Situazione molto preoccupante". Il viceministro Pistelli: "I bombardamenti Usa sono benedetti"

"Come commander in chief non permetterò che gli Stati Uniti siano trascinati in un'altra guerra in Iraq. Le truppe americane non torneranno a combattere in Iraq perché non c'è una soluzione militare americana alla crisi". Il presidente americano Barack Obama interviene sulla questione irachena, dove migliaia di cristiani e yazidi sono in fuga dalle persecuzioni dello Stato islamico.
L' operazione però prosegue. Obama ha spiegato che i raid continueranno e che non c'è al momento un programma per la fine della missione. "Vogliamo scongiurare un genocidio", ha detto il presidente che ha poi definito "terroristi barbari" i miliziani dello Stato islamico.

Aiuti ai profughi e bombe sui jihadisti - L'annuncio dell'inizio dell'operazione, a undici anni dall'invasione che rovesciò il regime di Saddam Hussein, è stato dato dal Pentagono venerdì 8 agosto. Obiettivo dell'intervento fornire viveri ai cristiani in fuga e colpire le postazioni dello Stato islamico (Isis), la cui avanzata nel Nord del Paese non solo ha messo in fuga centinaia di migliaia di civili - tra cui molti cristiani - ma minaccia ormai la regione autonoma del Kurdistan.

Jihadisti  minacciano di giustiziare 4.000 Yazidi
- Di oggi 9 agosto la notizia secondo cui a i jihadisti dell'Isis minacciano di 'giustiziare' circa 4.000 Yazidi residenti di due villaggi a Sud della città irachena di Sinjar se non si convertiranno all'Islam. A riferirlo un attivista Yazidi, Ali Sanjari, parlando con un sito di notizie curdo.

Mogherini: "Siamo gli unici tra europei a essere lì in questi in questi giorni" - I raid aerei in Iraq "sono molto importanti" per il governo autonomo curdo, in quanto "consentono loro di organizzare la reazione militare" all'offensiva dello Stato Islamico, dice il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, parlando a Sky TG24 del colloquio telefonico avuto con il presidente curdo Massoud Barzani (VIDEO). Quanto all'Italia, ha aggiunto Mogherini, "stiamo mobilitando tutto quel che possiamo, abbiamo stanziati un milione di euro in aiuti e siamo stati gli unici europei presenti lì" con la visita del viceministro Lapo Pistelli "rientrato questa notte dall'Iraq".




Pistelli: "Raid Usa sono benedetti" - E, ai microfoni di Sky TG24, Pistelli dice: "I bombardamenti americani contro le postazioni dell'Isis sono benedetti: hanno consentito ai Peshmerga di respirare, di ricacciare almeno di poco i jihadisti dell'Isis, e di aprire almeno in parte piccoli corridoi umanitari per recuperare i civili in fuga, cristiani, caldei, yazidi".


Il tweet del Papa
- Sulla crisi in Iraq torna a intervenire anche Papa Francesco che, con un tweet, chiede alla comunità internazionale di proteggere le vittime dalla violenza.

Leggi tutto