Ucraina, boeing malese "colpito da missile": 298 morti

1' di lettura

Un aereo della Malaysia Airlines, diretto a Kuala Lumpur, è caduto a 80 km da Donetsk, zona di combattimenti. Scambio di accuse tra Kiev e i separatisti filorussi. Renzi: "Verifiche su italiani a bordo". LA CRONACA - DIRETTA SKYTG24

Per gli aggiornamenti segui la diretta di Sky Tg24

Un Boeing 777 della Malaysia Airlines è precipitato al confine tra l'Ucraina e la Russia, a 80 km da Donetsk, una zona di combattimenti (FOTO). A bordo si trovavano 298 tra passeggeri ed equipaggio. Il volo proveniva da Amsterdam ed era diretto a Kuala Lumpur. L'aereo precipitato è dello stesso modello del volo Mh370 precipitato l'8 marzo scorso con a bordo 239 tra passeggeri ed equipaggio.

154 olandesi a bordo, decine i bambini - Il velivolo era a 10mila metri di quota quando sarebbe stato colpito da un missile schiantandosi poi su una vasta radura vicina a Shaktiarsk, una quarantina di km a est di Donetsk e ad una cinquantina dal confine russo. Tra i passeggeri c'erano 154 olandesi, 27 australiani e 23 malesi. Molti i bambini, pare una ottantina. Presenti, pare, anche americani, britannici ed almeno quattro francesi. La Farnesina sta verificando l'eventuale presenza di italiani a bordo.

007 Usa: è stato un missile - A confermare che l'aereo sarebbe stato colpito da un missile terra-aria anche l'intelligence americana, che però non ne avrebbe accertato la provenienza, secondo quanto riporta il Wall Street Journal.

Scambio di accuse tra Kiev e i filorussi - Secondo una prima ricostruzione, il velivolo sarebbe stato stato abbattuto da un missile Buk terra-aria di fabbricazione russa. Il Buk ha una gittata massima di 30 km e una quota massima di tangenza di 14.000 metri.  I separatisti filorussi hanno smentito ogni responsabilità, affermando di non avere in dotazione i mezzi di difesa anti aerea capaci di colpire velivoli all'altezza di 10mila metri.
Secondo una fonte del ministero della difesa ucraina, invece, i separatisti avrebbero colpito per errore l'aereo della Malaysia Airlines nel tentativo di centrare un aereo da trasporto ucraino che gli era stato segnalato dalle forze di difesa anti aerea russe. Non lontano era in volo un Iliushin 76, con viveri per soldati di Kiev.
Il presidente ucraino Petro Poroshenko su Twitter ha parlato invece di "un atto terroristico".  I filorussi hanno a loro volta accusato Kiev di avere abbattuto il velivolo.

Telefonata Obama- Putin - Mentre le tv di tutto il mondo mandavano in onda le immagini apocalittiche della tragedia, con corpi dilaniati sparsi nel raggio di diversi chilometri, lamiere bruciate, fuoco e fumo ovunque, la comunità internazionale si è mobilitata per chiedere di fare piena luce sull'incidente e per prestare aiuti. "Una terribile tragedia - ha commentato Obama - stiamo cercando di capire se c'erano americani a bordo (VIDEO)". Il presidente americano ha parlato della tragedia al telefono con Putin.
Il segretario generale dell'Onu, ban Ki-moon, così come l'Ue, chiede "un'inchiesta internazionale approfondita e trasparente".

Verifiche delle autorità italiane - "Le nostre autorità stanno facendo le loro verifiche, l'intera comunità internazionale segue con enorme apprensione questa dolorosa vicenda" ha detto il presidente del consiglio italiano Matteo Renzi.




LA CRONACA:

Leggi tutto