Mondiali, alle 18 Italia-Uruguay. Pirlo: è come una finale

1' di lettura

Agli azzurri serve un pareggio per andare avanti. Il ct Prandelli: “Parliamo troppo di tattica, è controproducente. Questa volta contano le motivazioni". Oggi anche Inghilterra-Costarica, Giappone-Colombia e Grecia-Costa d'Avorio. FOTO-VIDEO-SPECIALE

L'Italia sfida alle ore 18.00 l'Uruguay (diretta su Sky Mondiali Hd): agli azzurri serve un pari per andare avanti nell'avventura dei Mondiali in Brasile. Dopo la partita “epica” contro l’Inghilterra e quella imbarazzante col Costarica, questo è un appuntamento decisivo per le sorti della nazionale. “Vale come una semifinale o una finale, c'è la stessa tensione e lo stesso entusiasmo delle gare da dentro o fuori" avverte Andrea Pirlo. Il commissario tecnico azzurro, Cesare Prandelli, fa appello all’orgoglio patrio. "Parliamo troppo di tattica, è controproducente: questa volta contano le motivazioni e l'Uruguay ha un senso patriottico che noi non abbiamo. Ricordiamoci che giochiamo per l'Italia".

"Quando fummo sorteggiati, avremmo pagato per essere in questa situazione all'ultima partita", dice Prandelli sottintendendo che basterebbe anche un pareggio, tranne poi negare che la sua Italia sappia giocare per non prenderle e basta. "Ora la situazione è questa: siamo ancora in gara, dobbiamo avere solo pensieri positivi. Buffon parla di fallimento in caso di eliminazione? Ho detto alla squadra di non pensare al dopo, siamo troppo concentrati sul domani (oggi, ndr)".

A spazzare via l'alibi delle condizioni climatiche, più ancora delle parole del ct sono le previsioni meteo: le previsioni danno pioggia incessante e termometro a 28 gradi. Sulla squadra Prandelli sottolinea: "I dati dei nostri test sono molto buoni: abbiamo recuperato le forze fisiche e quelle nervose, siamo pronti”.
Oggi, martedì 24 giugno, match decisivi anche Inghilterra-Costarica, Giappone-Colombia e Grecia-Costa d'Avorio. La formazione:



Un tweet dell'account ufficiale della Nazionale Italiana


Leggi tutto