Le Pen fallisce: salta gruppo euroscettico a Strasburgo

Strasburgo, fallisce il tentativo di Marine Le Pen: salta il gruppo euroscettico con la Lega
1' di lettura

La leader francese non convince i partiti di 7 Paesi. Finiscono quindi tra i “non iscritti” i 24 deputati del Front National, i 5 della Lega Nord, oltre a olandesi del Pvv, austriaci del Fpo e belgi del Vlaams Belang

Fallisce il tentativo di formare un secondo gruppo di euroscettici a Strasburgo. La leader del Front National Marine Le Pen non è riuscita a convincere partiti di 7 diversi paesi, il minimo richiesto per formarlo. A poco è quindi servito convincere un polacco revisionista del Knp, dal momento che nessun accordo è stato raggiunto con la componente bulgara.

Il gruppo dei "non-iscritti" - I 23 eurodeputati del Front National che ha trionfato in Francia, i 5 della Lega - compreso il segretario Matteo Salvini - ma anche i 4 del Pvv Geert Wilders seconda forza in Olanda, i 5 austriaci del Fpo di Strache, primo in Austria, e i belgi del Vlaams Belang saranno quindi costretti a cominciare la legislatura tra i "non iscritti".

Poteri ridotti - Una condizione che al Parlamento europeo equivale a quella di parlamentari di serie B: i deputati saranno infatti esclusi dalla distribuzione proporzionale delle cariche e dei dossier, avranno contributi solo a titolo personale non per l'attività politica di gruppo, tempo di parola limitatissimo, necessità di 40 controfirme anche semplicemente per presentare un emendamento. Senza contare che tra i "non iscritti" ci saranno i neonazisti greci di Alba Dorata e quelli tedeschi dello Npd, nonché gli antisemiti ungheresi di Jobbik.

Il successo di Farage - Il fallimento è ancora più bruciante pensando che mercoledì 18 giugno il "rivale" di Le Pen , Nigel Farage, è riuscito a chiudere il cerchio delle 7 diverse nazionalità - e a formare il gruppo con il Movimento 5 Stelle - proprio grazie ad una "dissidente" del Front National.
Secondo le regole del Parlamento europeo i gruppi possono formarsi in qualsiasi momento, ma la rilevazione di inizio legislatura influisce per due anni e mezzo, fino al rinnovo delle cariche parlamentari. E già volano le prime accuse alla Le Pen per la gestione della trattativa (LO SPECIALE EUROPEE).

Leggi tutto