Tassisti contro Uber, la protesta attraversa l'Europa

1' di lettura

Milano, Londra, Parigi, Madrid, Berlino: gli autisti di taxi hanno protestato contro il servizio californiano perché considerato “illegale”. In risposta la compagnia ha lanciato offerte promozionali in molti paesi. Video, foto e tweet: STORIFY - VIDEO 1-2

La protesta a Milano: il servizio di Sky TG24

Da Londra a Parigi, passando per Madrid, Berlino e Milano. Nelle principali città europee e italiane migliaia di tassisti hanno scioperato contro Uber, società californiana la cui app permette di trovare auto da noleggiare con autista: una concorrenza ritenuta sleale e  intollerabile per i tassisti. Il servizio è da mesi al centro delle polemiche, soprattutto nel Vecchio Continente, dove sono stati già avviati diversi procedimenti legali e, in alcuni casi, si è arrivati anche a divieti ufficiali.
In tutta risposta Uber ha lanciato offerte in molti paesi. Come nel caso di Londra, dove è stata avviata una massiccia campagna promozionale e, proprio in occasione dello sciopero, sono stati introdotti nuovi servizi (come UberTaxi, che permette agli autisti con licenza di aderire al servizio con tariffe agevolate).

Abbiamo raccolto in questo Storify le principali testimonianze condivise sui social network da utenti, tassisti e dalla stessa Uber.

Leggi tutto