India: due adolescenti impiccate dopo stupro di gruppo

1' di lettura

Le due cugine erano sparite da casa martedì sera in un villaggio rurale dell'Uttar Pradesh e i corpi sono stati ritrovati l'indomani. Un uomo è stato arrestato e due poliziotti rimossi dall'incarico per non aver registrato la denuncia di scomparsa

Ancora giovani donne vittime di atroce violenza in India, dove due ragazze adolescenti sono state trovate impiccate ad un albero dopo aver subito uno stupro di gruppo. Le vittime, due cugine di 14 e 15 anni, appartenevano alla casta più  bassa dei dalit, quella degli intoccabili, secondo quanto raccontano i media indiani.

Le due ragazzine erano scomparse da casa martedì sera a Katra Shahadatganj, un villaggio rurale dell'Uttar Pradesh. La mattina successiva i corpi sono stati trovati appesi ad un albero di mango. Il delitto ha provocato l'ira degli abitanti del villaggio contro la  polizia, che la sera prima non aveva dato seguito alla denuncia. Un uomo è stato arrestato per gli omicidi e due funzionari di polizia sono stati rimossi dall'incarico per non aver registrato la denuncia della scomparsa delle cugine.

La piaga delle violenze contro le donne indiane è sotto l'attenzione dei riflettori da fine 2012, quando una studentessa fu vittima di uno stupro di gruppo su un autobus di Nuova Delhi e morì successivamente per le ferite riportate. Da allora le leggi in materia sono state inasprite, ma il fenomeno è purtroppo ben lontano dall'essere stato stroncato.

Leggi tutto