Europee, Paese che vai manifesto e slogan che trovi

Alcuni manifesti elettorali per le elezioni europee 2014.
1' di lettura

Dai toni rassicuranti dei cartelloni dei maggiori partiti tedeschi alla propaganda corrosiva dei Pirati fino alle critiche alla Ue degli euroscettici. Un progetto web raccoglie frammenti di campagna elettorale dagli Stati chiamati al voto. STORIFY

di Raffaele Mastrolonardo

I socialisti finlandesi credono nell'Europa, ma la vogliono giusta e invitano a farla funzionare meglio. E per rafforzare il messaggio mettono in scena un uomo e una donna che, felici, avvicinano i rispettivi visi. I socialdemocratici tedeschi, da parte loro, chiedono un'Europa di cooperazione (e mostrano dei bambini al riparo sotto una coperta), mentre i cristiano-democratici di Angela Merkel promuovono una Ue che porti opportunità a tutti (a cominciare, anche in questo caso, dai più piccoli). In Francia Marine Le Pen si mette al centro della scena e chiede un voto “patriottico”, mentre i pirati transalpini e teutonici cavalcano lo scandalo sulla sorveglianza di massa della Nsa e domandano, con ironia, più privacy. In Lussemburgo, infine, la sinistra dice “Basta!” (in italiano), così come Syriza, in Grecia, con diretto riferimento al Cancelliere tedesco, non troppo amato dalle parti di Atene e dintorni.

In tutto il continente la campagna elettorale per le elezioni europee si avvia a conclusione (in Gran Bretagna e Paesi Bassi sono già iniziate le operazioni di voto) e un ruolo lo hanno giocato anche manifesti e slogan che mostrano come i temi caldi del dibattito comunitario siano stati trattati dalle varie formazioni negli stati membri. A rendere possibile uno sguardo paneuropeo su questa forma di comunicazione politica è un progetto web che in queste settimane ha raccolto, anche con l'aiuto degli utenti, slogan e poster da tutti gli stati Ue.

Qui di seguito ne abbiamo raccolti alcuni. LO STORIFY


Leggi tutto