Nigeria, Michelle Obama su Twitter: prego per ragazze rapite

Una foto di Michelle Obama, con un appello alla liberazione delle ragazze rapite in Nigeria, pubblicata dalla stessa first lady Usa sul suo account Twitter
1' di lettura

Anche la first lady si unisce alla campagna internazionale per la liberazione delle oltre 200 liceali nigeriane nelle mani del gruppo terrorista Boko Haram: "E' tempo di riportare le nostre ragazze a casa", scrive con l'hashtag #BringBackOurGirls

Michelle Obama si è unita con un messaggio e una fotografia su Twitter alla campagna internazionale per la liberazione delle oltre 200 liceali nigeriane rapite dal gruppo terrorista Boko Haram, quasi un mese fa. "Le nostre preghiere sono con le ragazze nigeriane sparite e con le loro famiglie. E' tempo di riportare le nostre ragazze a casa", ha scritto la first lady.

La moglie del presidente Obama ha accompagnato le sue parole con una sua foto in cui appare con un cartello con l'hashtag della campagna, "#BringBackOurGirls", scarabocchiato in nero su un foglio bianco. Il tweet è stato firmato "MO", il che vuol dire che lo ha scritto lei stessa. Il presidente Obama ha detto martedì 6 che gli Usa faranno "tutto il possibile" per aiutare la Nigeria a ritrovare le ragazze. Anche l'intelligence italiana sta collaborando con quella locale per riportarle a casa.

Leggi tutto