Tornado negli Usa, sale il bilancio delle di vittime. VIDEO

1' di lettura

Arkansas e Oklahoma gli Stati più colpiti dalle trombe d'aria con raffiche di vento fino a 70 miglia orarie. L’uragano ha toccato anche Nebraska, Kansas, Iowa e Missouri. In corso le ricerche dei soccorritori. Obama ha espresso vicinanza alle famiglie

Si aggrava il bilancio delle vittime dei tornado che hanno colpito prima il Midwest degli Stati Uniti e poi si sono spostati nel Sud del Paese: i morti sarebbero almeno 30 in sei Stati. In meno di 24 ore gli Usa sono stati colpiti da più di 50 tornado, come mostra anche la grafica elaborata da Renée Rigdon, cartografo del Wall Street Journal.

75  milioni di americani a rischio - Gli esperti affermano che un terzo del Paese è tuttora minacciato dal maltempo, con 75 milioni di americani a rischio. Il bilancio più drammatico a Little Rock in Arkansas, dove nella sola giornata di domenica 27 aprile sono state 15 le vittime. I tornado hanno colpito anche il Nebraska, il Kansas, l'Iowa e il Missouri. Le squadre di soccorso stanno controllando le case una ad una e alcune aree residenziali sono state chiuse nel timore di fughe di gas e problemi con le linee elettriche interrotte.

Solidarietà di Obama - Il presidente Barack Obama , impegnato in un tour in Asia, dalle Filippine ha dato disposizioni per garantire all'Arkansas le necessarie risorse per far fronte alla distruzione, esprimendo vicinanza alle famiglie toccate. Nella città di Vilonia, una piccola comunità di 4mila abitanti, sono morte nove persone nella stessa strada e il capo della polizia ha riferito che 4.000 case sono praticamente irriconoscibili.

Il senatore del Mississippi Giles Ward si è rifugiato nel bagno con la moglie, una figlia e altri quattro membri della famiglia dopo che il vento aveva spazzato via due piani della sua casa in mattoni.
Una persona è morta anche a Tupelo, la città di circa 35mila abitanti che diede i natali a Elvis Presley.



Secondo il servizio meteo, la minaccia di tornado durerà ancora per diversi giorni perché c'è un forte sistema che interagisce con un’enorme area di aria instabile in tutta la parte centrale e meridionale del paese.
L'occhio dei satelliti della Nasa ha immortalato i primi istanti della tempesta, come mostrano le immagini pubblicate sul profilo Twitter dell'Agenzia Spaziale Americana.

Leggi tutto