Tanti auguri World Wide Web: 25 anni festeggiati online

Tweet, video e foto condivisi online in occasione del 25esimo anniversario del World Wide Web
1' di lettura

Dagli appelli di Tim Berners-Lee per mantenere libera e aperta la sua creatura agli attestati dei reali inglesi e delle personalità del mondo della cultura e dell’economia. Senza dimenticare i primi articoli che raccontavano cos’era il www....

“Immagina il mondo se il World Wide Web venisse spento”. Così inizia il video con cui Tim Berners-Lee ha festeggiato il 25esimo anniversario della sua creatura. Sia in questo contributo video che in altre interviste rilasciate online, l'inventore del Web ha sottolineato a più riprese l'importanza di una rete davvero libera e la necessità di salvaguardare questa conquista con una Magna Charta che ne tuteli l'indipendenza dalle ingerenze dei governi e delle corporation.



C'è sempre Berners-Lee dietro il progetto "Web We Want" che invita gli utenti di tutto il mondo a creare una "costituzione" del web per ciascun paese. Ma il 25esimo anniversario del web è stata anche una giornata di festa, con tanti auguri arrivati da personalità e istituzioni di tutto il mondo. Come nel caso della Casa Reale inglese e del primo ministro del Regno Unito David Cameron, che non hanno mancato di sottolineare l'aspetto più patriottico dell'anniversario (Berners-Lee è un fisico britannico).



Ha invece evidenziato il carattere libero del web Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia in questo tweet: "La libertà di parlare, conoscere, imparare, di prendere il potere e cambiare il mondo".
Un aspetto questo sottolineato anche da Rebecca MacKinnon, fondatrice del network di blog Global Voices, in questo post in cui ricorda che "La libertà non è gratis. Richiede sforzi e lotte". Anche il Commissario Ue all'Agenda Digitale Neelie Kroes ha messo in luce l'importanza del web per l'innovazione a livello europeo.


Guarda invece al di fuori dei confini terrestri il fondatore di Virgin Galactic Richard Branson, che si augura di avere il wi-fi sulla luna quando arriveranno i primi voli commerciali. In tutto ciò non sono mancati i ricordi condivisi. Dal suono dei primi modem ai video che raccontano il mondo prima e dopo il web.



Il Cern di Ginevra ha condiviso la foto con la stanza dove tutto è nato.

Mentre il Times di Londra ha ripubblicato un  articolo del 1995 in cui il web veniva descritto come un luogo contenente "qualche milione di pagine (...) che possono essere lunghe quanto vuoi". Lo stesso quotidiano ha poi rilanciato un altro articolo del 1996 in cui un noto istituto di ricerca prevedeva che di li a poco molte compagnie avrebbero chiuso i propri siti web. La storia, invece, è andata in tutt'altra direzione.

I ricordi e gli auguri per l'anniversario del web si susseguono su Twitter e Facebook con l'hashtag #Web25

Leggi tutto