Sochi, fermata e rilasciata Vladimir Luxuria

Il tweet di Vladimir Luxuria
1' di lettura

La transgender fermata perché sventolava una bandiera arcobaleno con la scritta Gay è ok. Immediata la mobilitazione della Farnesina

Vladimir Luxuria è stata fermata a Sochi dalla polizia russa per aver sventolato una bandiera arcobaleno con la scritta Gay è ok e rilasciata nella notte. Il primo a dare la notizia del fermo, nella sera di domenica, è stato Flavio Romani, presidente dell'Arcigay-Associazione Lgbt italiana, riferendo di aver ricevuto una telefonata dalla stessa Luxuria. La stessa Luxuria si era fatta fotografare posando con un ventaglio in mano davanti ai cinque cerchi olimpici per poi pubblicare l'immagine su twitter aggiungendo la scritta: "Sono a Sochi ! Saluti con i colori della rainbow, alla faccia di Putin !"


Le reazioni in Italia - Immediate le reazioni in Italia alla notizia del fermo. La Farnesina ha attivito l'unità di crisi, mentre il mondo lgbt si è subito schierato al suo fianco. "I russi devono lasciarla libera subito" ha detto il presidente dell'Arcigay -Associazione Lgbt italiana Romani. "Il suo fermo conferma che la legge contro la propaganda gay è una legge infame, non c'è alcun motivo per non esporre una bandiera rainbow con la scritta 'essere gay va bene"', ha aggiunto. Anche Imma Battaglia, presidente onorario Di' Gay Project, ha reso noto di aver ricevuto una telefonata analoga da Vladimir Luxuria. "E' stata arrestata dalla polizia a Sochi - ha detto - mentre assisteva alle Olimpiadi (LO SPECIALE) con una bandiera con la scritta in russo 'Gay è ok'. L'atteggiamento degli agenti è stato brutale e aggressivo. Nessuno parla inglese. Ora si trova da sola in una stanza con luci al neon sulla faccia, presumibilmente in stato di fermo. Chiediamo un intervento immediato del ministro Bonino".  Dopo il rilascio però dalla Farnesina hanno comunicato che  "non vi è stata alcuna violenza o intimidazione". Luxuria era a Sochi per un servizio delle Iene.

Via Twitter interviene anche il presidente di Sinistra Ecologia e Libertà Nichi Vendola. "Ribelle, libera, senza paura dei gendarmi della moralità di Stato. Grazie @vladiluxuria".




Leggi tutto