Emergenza maltempo in Gran Bretagna

1' di lettura

Il governo ha dislocato 1600 militari lungo il Tamigi e il premier David Cameron ha rinunciato al viaggio in Medioriente. Allerta per l'arrivo di una perturbazione su Galles e Inghilterra. Previsti venti fino a 160 chilometri all'ora

Il Regno Unito è ancora flagellato dal maltempo che nei giorni scorsi ha provocato inondazioni in varie aree del Paese (FOTO). Secondo la Bbc sull'isola britannica si abbatterà una nuova perturbazione che potrebbe portare i venti "più forti" dell'inverno. Le autorità hanno diramato un bollettino di 'allerta rossa' per raffiche fino a 160 chilometri orari previste nel  corso della giornata nel Galles occidentale e nel nord ovest dell'Inghilterra. Nuove precipitazioni sono attese anche nelle zone già colpite dalle alluvioni, lungo il corso del Tamigi, nel Berkshire e Surrey, e nel Somerset.

David Cameron rinuncia a viaggio in Medio Oriente - La criticità delle condizioni meteorologiche ha portato il premier David Cameron ad annunciare martedì che non andrà la settimana prossima in visita in Medio Oriente per seguire da vicino l'emergenza alluvione. Il governo britannico ha deciso il dislocamento di 1600 militari nelle zone più colpite, in particolare lungo il Tamigi.

Leggi tutto