Il Papa: più spazio alle donne nella chiesa e nella società

1' di lettura

Il pontefice auspica per il “genio femminile” nuove responsabilità “tanto nell'ambito ecclesiale che in quello civile e delle professioni”. Ma avverte: deve considerarsi “insostituibile” la sua presenza nella famiglia

Negli ultimi decenni per le donne si sono aperti “nuovi spazi e responsabilità” e “auspico vivamente possano ulteriormente espandersi”. Lo ha detto Papa Francesco nell'udienza al Centro Italiano Femminile riferendosi “tanto nell'ambito ecclesiale che in quello civile e delle professioni”. Se deve crescere il ruolo della donna nel lavoro e nella società, aggiunge il pontefice, allo stesso tempo deve considerarsi “insostituibile” la sua presenza nella famiglia.

La donna, tra società e famiglia - Viene spontaneo chiedersi, prosegue il papa, “come è possibile crescere nella presenza efficace in tanti ambiti della sfera pubblica, nel mondo del lavoro e nei luoghi dove vengono adottate le decisioni più importanti, e al tempo stesso mantenere una presenza e un'attenzione preferenziale e del tutto speciale nella e per la famiglia?”. La risposta, per Bergoglio, deve essere rintracciata nel “campo del discernimento che, oltre alla riflessione sulla realtà della donna nella società, presuppone la preghiera assidua e perseverante”.

“Il genio femminile” - Il papa ha spiegato anche che “senza le doti della donna la vocazione umana non può essere realizza”. “Pensiamo alla Madonna, nella Chiesa crea qualcosa che non possono fare né vescovi né Papi. E' lei il genio femminile”.

Dal pontefice, nella giornata di sabato 25, è arrivato anche un tweet sul rapporto tra uomo e Dio.

Leggi tutto