Schumi, inquirenti: "Difficile dire se è stato imprudente"

1' di lettura

Conferenza stampa del procuratore di Albertville che sta coordinando le indagini sull'incidente: "Difficile valutare la sua velocità, ma non sembrava eccessiva". Esclusa l'ipotesi che stesse soccorrendo qualcuno

"E' difficile valutare la velocità alla quale sciava Michael Schumacher al momento dell'incidente" ha detto Patrick Quincy, procuratore di Albertville, in una conferenza stampa a Grenoble sull’incidente occorso all’ex campione di F1 mentre sciava sulla pista di Meribel, in Francia. Il magistrato ha però anche specificato che semprerebbe "una velocità  appropriata per uno sciatore esperto".
Il procuratore ha riferito che "possiamo stabilire con grandi certezze e precisione quali sono stati i fatti le circostanze e le cause" dell'incidente. E questo proprio grazie al video consegnato dalla famiglia di Schumi agli inquirenti, con le immagini registrate dalla telecamerina che il tedesco indossava sul casco. "E' totalmente leggibile, ci ha dato molti elementi", ha sottolineato il magistrato.
Ma al momento, ha aggiunto, non ci può stabilire se il 7 volte campione del mondo ha commesso imprudenze: "In questa fase delle indagini non è possibile stabilire" se Schumacher abbia commesso "un'imprudenza". Il procuratore ha inoltre rivelato  che la pista era ben segnalata e che gli sci dell'ex pilota tedesco erano nuovissimi e non sono stati la causa dell'incidente.

Nel video non si vede Schumi soccorrere nessuno - "Esistono soltanto due minuti di video e non si vede Schumacher soccorrere nessuno", ha spiegato Patrick Quincy. Il procuratore ha affermato inoltre che Schumacher ha "scelto deliberatamente di andare nella zona" in cui ha poi avuto l'incidente, e che non è andato a soccorrere nessuno. Schumi è stato definito da Quincy "sciatore esperto, che conosceva le piste di Meribel dove era già venuto a sciare diverse altre volte".

L’urto con una pietra a 8 metri dalla pista - "Abbiamo seguito con attenzione le informazioni comunicate dalla stampa, Schumacher stava scendendo da questa pista in un punto di intersezione tra la pista rossa e quella blu, si è trovato in un  fuori pista attraversando questa intersezione, 36 metri tra una pista e l'altra - prosegue il procuratore -. Ha urtato contro una pietra a 8 metri dal bordo della pista. Schumacher è stato rianimato sul posto e poi trasportato in ospedale".

Inchiesta aperta, saranno sentiti altri testimoni
- "L'inchiesta è a uno stato avanzato. Abbiamo sentito le persone che erano sul posto ed effettuato dei sopralluoghi ascoltando esperti in materia di sci e sicurezza. Abbiamo esaminato con attenzione le immagini della telecamera sul casco di Schumi. L'inchiesta non è conclusa, verranno sentiti altri testimoni, non ci sono ancora tutti  gli elementi - sottolineano gli inquirenti -. Abbiamo proceduto ad esaminare le immagini sul casco che ci hanno portato molti elementi  utili confermando quelli che già avevamo. Questo video sarà in  seguito reso noto in un verbale, prima sarà visionato da un altro esperto".

Leggi tutto